Diario di bordo.

Da diario cazzinger a diario settimanale

Ovvero come sparare cazzate una volta a settimana…

La data di uscita sarà sempre il lunedì mattina alle 7.30, per cui appuntatevi sul calendario la data fondamentale che vi ho appena detto. Storie di tutto un po’, non importa, allarghiamola questa vita e facciamoci quattro ghigni leggendo un po’ di cazzate.

Zona gialla. Finalmente anche Cuneo questa settimana diventa gialla. Mi ricorda la birra, a qualcun’altro forse il colore delle urine, del thé al limone, insomma, è sempre un bel colore.

Riaprono i bar, riapre finalmente la possibilità di mangiare civilmente anziché su una panchina (onore ai nostri vecchi che basta che avessero da mangiare era già una grande conquista…) per chi come me pendola per lavoro lontano da casa. Riaprono i bar, ma fuori. Vorrei far notare alla spett.le clientela che questa è la settimana più piovosa degli ultimi sei mesi, ed infatti tempo di finire la pappa ecco che piove. Per fortuna un ombrellone copre un pochino…giusto il tempo di fare i bagagli.

Permettetemi la mia solita polemica sul covid e le zone gialle. Ovvio che se si apre aumenteranno i positivi per cui dato che in giro vedo sempre meno mascherine sulle facce dei miei concittadini perché ormai si torna alla normalità, ma tempo 15 giorni si torna rossi, non dite che non eravate avvisati. Il tutto al netto delle varianti.

Finito con il covid questa mattina sento alla radio in merito al recovery found. Se va bene riusciremo a spenderne la metà e male. Sono fiducioso che ci riusciremo, in questo siamo imbattibili. Cosa ha attirato la mia attenzione questa mattina? Che con le scuole i treni tornano finalmente in ritardo. Ero veramente deluso che arrivavo a destinazione con meno di 5 minuti di ritardo, così mi si sballavano tutti i calcoli per arrivare giusto giusto in stazione, Ora invece potrò tornare a godermi quei 20 minuti di ritardo sindacale che ogni pendolare si merita per aver scelto i mezzi pubblici invece di usare il proprio SUV da 3500 di cilindrata. E pensare che c’è chi ci crede che una mucca faccia più effetto serra di un SUV. Chiedo cortesemente a qualche lettore che mi porti i dati alla mano della CO2 che produce un bovino in un anno rispetto a quello di un SUV con percorrenza media nello stesso periodo, altrimenti continuerò a prediligere la merda di vacca che almeno concima il campo al respirarmi le polvere sottili di un SUV. Ma la globalizzazione anche in questo ci marcia sopra.

Merda per merda le nostre campagne per fortuna anche in questo non deludono. Però sono aromi naturali. Non come il glutammato nelle preparazioni industriali. Tutto finto. Tutto di gomma.

Gomma come i profilattici. Ora potete trovarne per tutti i tipi e per tutti i gusti. Agli aromi, con stimolanti e ritardanti, più spessi per chi vuole provare nuove emozionanti avventure, più sottili per chi vorrebbe non usarlo ma si ricorda che l’alone rosa ti aspetta dietro l’angolo (solo chi ha più di 40 anni potrà capirlo), e se si rompe? Ai posteri l’ardua sentenza.

Don`t copy text!