Diario di bordo…day 3

Musica: rumore di fondo del treno. Non ho voglia di ascoltare niente.

Riaprono le scuole.

Finita la DAD per i più piccoli e aperte parzialmente le altre scuole anche i ragazzi sui treni aumentano a vista d’occhio, segno di una quasi normalità, segno di una futura reimpennata dei picchi di Covid.

Fuori si sta dibattendo tra l’Astra-Zeneca e a che fascia di età utilizzarlo, francamente potessi scegliere farei altro, ma per fortuna non tocca a me vaccinare per cui il diritto all’informazione c’è e si sa che sotto i 55 anni specie se donna i rischi aumentano, poi il resto lasciamo farlo al sistema immunitario.

L’ondata di freddo che ha colpito il nord ovest è veramente spettacolare per imponenza, visto il periodo, ma niente di realmente inusuale, il colpo di coda dell’inverno è un classico ad aprile, se non per il fatto di non poter andare a sciare.

Certamente chi governa ha dovuto fare scelte non facili, ma mi chiedo chi decide per chiudere questo o quel servizio sono mai scesi tra i comuni mortali? Anche adesso in zona rossa vai nei bar di periferia e trovi i vecchietti che dovremmo cosi tanto proteggere che giocano a carte sulle panchine o in una sala isolata qua, fumano vicinissimi con altri clienti là, insomma tutto quello che può far gioire l’INPS viene messo in pista il quale ringrazia per le precoci future covid-dipartite.

A questo punto non essendo in uno stato di dittatura, pur non arrivando agli eccessi di Bolsonaro in Brasile perchè noi lo diciamo e lo gridiamo tutti i giorni: “tirati su la mascherina” pensando “coglione” che il covid esiste, una zona gialla permanente fino a fine anno permetterebbe di non mandare sul lastrico migliaia di famiglie e nel contempo mantenere una diffusione del virus controllata, più o meno…oppure l’altra soluzione è la filosofia dittatoriale, se sgarri ti fai qualche mesetto nei campi di prigionia a spaccare pietre. Ma alla seconda ipotesi abbiamo già dato nel “ventennio” per cui…no grazie.

Pensieri in libertà. Ciao!

Protezione Copyright Attivata!