Diario di bordo: giorno 2

Musica: Musica Leggerissima

Treno in tarda mattinata.

Scorre fiero con il casino delle sue rotaie tra le campagne primaverili in fiore. Tra un trattore, una cascina ecco pochi pensieri per la mia testa, per fortuna, un mucchio di cose da fare, da programmare, i soliti scocciatori spammoni sul cellulare.

Musica leggerissima anche per il mio cervello.

Dopo aver deciso che per un po’ non ascolterò più i Tg perchè ormai mi hanno fracassato ogni neurone per rimanere in tema, anche se dovremmo essere quaratenati o quasi per Pasqua il mio pensiero va ai felici picnic con gli amici e le gite fuori porta.

Mi viene in mente la gita all’isola di Lerens in Francia, zona Cannes, mentre sento che anche i nostri cugini francesi entrano per un altro mese o forse più in lockdown duro causa coronavirus.

Non mi sento di biasimare chi andrà a trovare amici e parenti durante le feste nei limiti della normativa.

Mi sento però un formicolio nelle zone intime perchè da martedi’ tutti torneranno con richieste di tamponi per questo o quello che è positivo perchè hanno fatto pranzi da 50 persone in su.

Per fortuna ricomincia la canzone musica leggerissima e torno a svagarmi nelle campagne e nel profondo di sua maestà il Monviso.

Diario di bordo, 2, chiudo.

Don`t copy text!