Tea Tree Oil – Applicazioni

La Melaleuca Alternifoglia è una pianta di origine australiana, detto albero del tè, della famiglia delle mirtacee, da non confondere però con la camelia sinensis dalla quale si ottiene da bevanda detta appunto tè.

L’olio che si ottiene per distillazione in corrente di vapore dalle foglie viene chiamato tea tree oil.

La sua composizione è di circa il 40% eucaliptolo; eineolo, pinemi, limonene, alfa-terpineolo.

L’uso che si fa di questo olio è veramente variegato e in questo articolo vorrei spiegarti perchè l’uso deve essere solo esterno: le sostanze che lo compongono sono fortemente irritanti sull’apparato digerente per cui si rischia di stare veramente male. Ho letto su molti siti mentre cercavo approfondimenti in merito, che qualcuno lo consiglia infatti per svariate patologie e quindi di assumerlo per via orale ma vi metto fortemente in guardia, anche dai più esperti: in questo sito ti voglio riportare solo i fatti scientificamente validi e non magie da stregone.

Le indicazioni principali sono le onicomicosi cutanee e le piccole infezioni.

L’utilizzo infatti come antisettico cutaneo è evidente eliminando i batteri sia batteri gram+ e gram-; sui virus gli studi si sono concentrati sull’Herpes simplex usando l’olio a concentrazioni diverse, ottenendo un effetto virus statico a bassa concentrazione mentre diventa virucida se concentrato. Contro le micosi invece risulta più attivo sui trichophytum, microsporum e candida ma sempre con uso topico.

Vediamo ora come si usa principalmente:

-onicomicosi: i funghi delle dita sono molto difficili da trattare e l’approccio migliore sono l’applicazione dell’olio puro 2 volte al giorno fino a 6 mesi.

-herpes labiale: un paio di applicazioni sull’esterno delle labbra al giorno; esistono in commercio anche cerotti a base di tea tree per questo scopo.

Effetti collaterali sono le allergie con eruzioni cutanee di tipo orticariodi, nausea e vomito se ingerito (occhio appunto con l’uso per l’herpes a non deglutirlo)

Non deve essere usato assolutamente durante la gravidanza, l’allattamento ed insufficienza epatica nemmeno per l’herpes; è tollerabile in questi casi sulla cute solo applicazioni con un olio molto diluito al massimo al 3%

Concludiamo dicendo che se siete alla ricerca di un buon disinfettante naturale la melaleuca altenifoglia può fare al caso vostro ma attenzione che sulla cute “viva” o lesionata… brucia!

 

Fonti

Bibliografia scientifica: Knight T.E. – melaleuca oil dermatitis 1994
Web: Wikipedia per le informazioni botaniche.

Don`t copy text!