Influenza o Raffreddore?

Influenza e raffreddore: come distinguerli e consigli pratici per stare meglio.

L’influenza è una forma virale che si manifesta rapidamente accompagnata da febbre alta, mal di testa, brividi, dolore alla gola, tosse, raucedine e in generali disturbi dell’apparato respiratorio.

Il raffreddore è causato da altri tipi di virus simili all’influenza ma con sintomi più lievi che di solito si fermano a tosse, naso chiuso e mal di gola, al più con qualche linea di febbre.

Il malessere generale comunque accompagna entrambe le forme virali.

Essendo forme virali ci tengo a informarvi che non sono necessari gli antibiotici a meno che la forma sia particolarmente forte: nel paziente fragile dopo una visita medica il dottore valuta i polmoni se sono a rischio di bronchiti e polmoniti; sarà solo a questo punto che il medico vi prescrive l’antibiotico, che ricordo è mutuabile e dovrebbe essere vendibile solo dietro prescrizione medica. Per cui cerchiamo di risparmiare dolori al fegato, intestino ed al portafoglio evitandosi l’autoprescrizione solo perché “ne avevo ancora qualche pastiglia in casa” come ci raccontano quotidianamente in farmacia.

Saranno più che sufficienti i primi giorni trattamenti sintomatici con antinfiammatori (ibuprofene, ketoprofene) o con del paracetamolo per la febbre, eventualmente sciroppi o bustine per sciogliere il catarro (Carbocisteina, acetilcisteina, ambroxolo), o per fermare la tosse (es. destrometorfano).

Se volete delle indicazioni più precise come modo e dosaggi, o per dirci cosa avete in casa da “finire”, lasciate un messaggio nei commenti sulla nostra pagina di facebook (iconsiglidelfarmacista.it) o in fondo all’articolo sarò lieto di rispondere a tutti i vostri dubbi.

Novità: iscriviti sul canale TELEGRAM (https://telegram.me/s/iconsiglidelfarmacista) per comunicare direttamente con noi.

 

Leave a Reply