Metformina, rischi o falso allarme impurezze?

Metformina

Metformina

Nei giorni scorsi l’agenzia europea su medicinali (EMA) ha pubblicato un alert che è stato ripreso su molti media in merito alla presenza di tracce di NMDA (N-nitrosodimetilammina ) conosciuto nel mondo farmacologico come un probabile cancerogeno per l’uomo, all’interno dei farmaci contenenti metformina al di fuori della comunità europea

Cosa fare se sei in terapia con la metformina?

Le indicazioni ufficali sono che le quantità trovate di NMDA sono inferiori a quelle soglie di sicurezza tali da compromettere la salute, in quanto questa molecola si trova anche in tracce nell’acqua e in alcuni alimenti, di continuare ad utilizzare il farmaco perchè i benefici sono di gran lunga superiori ai rischi. Personalmente avrei delle remore a continuare la terapia ma a onor del vero le stesse agenzie di controllo sono tra le più severe al mondo e sapere che stanno monitorizzando la filiera è già comunque importante e che nei prodotti commercializzati in Unione Europea non hanno rilevato impurezze nei valori come all’estero.

Quindi?

Continua ad utilizzare senza problemi la metformina.

Se si rileveranno valori non consoni di impurezze sarà la stessa agenzia sul farmaco a ritirare il prodotto qualora ci fossero cose che non vanno, come è già successo lo scorso anno sui farmaci contenenti valsartan e idroclorotiazide.

A questo link trovate il comunicato ufficiale rilasciato dall’Aifa (Agenzia Italiana sul Farmaco)

Sarà anche come farmacista mio dovere informarvi sul blog appena ci saranno novità in merito e controllare che non escano #fakenews solo per vendere giornali in quanto la metformina è uno dei farmaci più usati in Italia nei pazienti anziani.

 

Leave a Reply