Al via a Milano il G7 Salute

Al via oggi a Milano il G7 Salute: per due giorni al Museo della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci si riuniranno i ministri competenti di Italia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti. Al summit, presieduto dal ministro Beatrice Lorenzin parteciperanno, inoltre, il commissario Ue alla salute e i direttori di Oms, Fao, Oie (l’organizzazione mondiale della sanità animale), Ocse (per la cooperazione e lo sviluppo economico) e Efsa (l’autorità europea per la sicurezza alimentare).

Tema della prima giornata di lavori: l’impatto dei fattori climatici e ambientali sulla salute. Lunedì il confronto sarà sulla salute delle donne e degli adolescenti e sull’assistenza antimicrobica.  Sabato, è iniziata la serie di eventi collaterali al G7: a Palazzo Reale si è tenuto il ‘Global Nutrition Summit’ promosso dalla fondazione di Bill e Melinda Gates e un forum organizzato dall’Istituto Besta di Milano su ‘Innovazione e ricerca per l’invecchiamento in salute»’a Palazzo Lombardia. Oggi, all Museo della Scienza invece focus sul crimine farmaceutico con esponenti del governo, dell’Arma dei Carabinieri e dei Nas e lunedì incontro di Farmindustria su nuove tecnologie per l’assistenza sanitaria.

L’arrivo delle delegazioni estere è previsto dalle ore 12.00 di domenica 5 novembre al Museo della Scienza e della Tecnologia. Seguiranno “foto di famiglia” dei Ministri della salute del G7 e “giro di tavolo”. I lavori inizieranno alle 13.30 e si protrarranno sino alle 18.00. Riprenderanno la mattina di lunedì 6 novembre subito dopo la “cerimonia della stretta di mano” delle 8.30 e si concluderanno alle ore 12.30. Alle 12.40 è prevista la conferenza stampa finale, con la partecipazione del Ministro Beatrice Lorenzin e degli altri Ministri della salute.

“Evidenze scientifiche – ha continuato la ministra – mostrano come negli ultimi anni c’e’ stata la diffusione di insetti vettori di malattie a causa del cambiamento climatico in aree dove non erano presenti. In Italia, per esempio, si sono registrati casi di Chikungunya. Nel corso del vertice affronteremo anche altri temi importanti: la salute della donna e dell’adolescente e la grande questione aperta da anni della resistenza agli antibiotici e della proliferazione delle nuove infezioni. Oltre a fare il punto, cercheremo di coordinarci con azioni globali e concrete. Poi ci saranno eventi legati alla nutrizione e alla prevenzione, all’accessibilità al farmaco e alle terapie personalizzate”.

“Ci occuperemo – ha concluso Lorenzin – anche della salute degli animali e quindi dei nostri allevamenti, aspetto che incide su ciò che mangiamo. E poi del grande tema dell’impatto sulla salute dei rifugiati e dei migranti e quindi delle grandi migrazioni dovute anche a fenomeni climatici e delle conseguenze per la salute dell’inquinamento atmosferico”.
“Ci baseremo solo su eventi evidenze based e apriremo una porta imortante sui maggiori problemi di salute che proseguiranno fino a fine anno con altri argimenti come la salute della donna e della resistenza agli antibiotici e della proliferazione delle nuove infezioni”.

Rispondi