Coriandolo: annoverato tra le spezie e sorprendente agente disintossicante (Parte I)

Il coriandolo (Coriandrum sativum), noto anche come prezzemolo cinese o erba cimicina, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Apiaceae, la stessa di angelica, anice, prezzemolo e finocchio. Il coriandolo viene utilizzato per i suoi frutti maturi (chiamati in modo improprio semi), aromatici e dal leggero sapore di limone, sia in ambito culinario sia erboristico.

IN CUCINA

Questa tipologia di impiego è sicuramente più diffusa e consolidata. Pur essendo una pianta originaria dei Paesi mediterranei, il coriandolo viene usato soprattutto nelle cucine indiana e latino-americana; mentre in Europa questa spezia è tornata di moda in tempi recenti. Nel nostro Paese viene prevalentemente impiegato come ingrediente di alcuni insaccati e per aromatizzare liquori, cacciagione, preparazioni in salamoia, funghi, verdure, biscotti, pampepato… Il coriandolo, inoltre, è uno degli ingredienti principali del curry insieme a pepe nero, cumino, cannella, curcuma, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, fieno greco e peperoncino.

IN FITOTERAPIA

Per quanto riguarda il campo fitoterapico, l’uso terapeutico del coriandolo è attestato fin dall’antichità. L’azione principale del coriandolo si esplica a livello dello stomaco e dell’intestino: si rivela, infatti, benefico nei casi di digestione lenta, spasmi gastrici, colon irritabile, dolori di stomaco, colite (infiammazione intestino crasso), e favorisce l’espulsione dei gas intestinali.

L’estratto di coriandolo può essere impiegato, inoltre, nel trattamento topico di dermatiti e psoriasi per le proprietà antiossidanti, antisettiche e antimicrobiche dei suoi attivi, tra cui linalolo e geranil acetato. Tuttavia, un recente studio clinico, condotto su 58 bambini con dermatite da pannolino, ha fallito nel dimostrare l’efficacia del solo estratto di coriandolo nel trattare questo tipo di infiammazione che interessa la regione inguinale dei piccoli, rispetto all’idrocortisone 1% unguento, sostanza cortisonica contenuta in molte pomate ad uso farmaceutico topico, caratterizzata da un’azione più leggera rispetto al vero e proprio cortisone e per questo utilizzabile anche in età pediatrica. D’altra parte, pare che impiegando sostanze ad azione lenitiva in combinazione con il Coriandrum sativum  per ridurre l’irritazione di media entità, l’estratto di coriandolo possa costituire un trattamento alternativo per la dermatite da pannolino. (1)

  1. Dastgheib L., Pishva N., Saki N., Khabnadideh S., Kardeh B., Torabi F., Arabnia S., Heiran A., Efficacy of topical coriandrum sativumextract on treatment of infants with diaper dermatitis: a single blinded non-randomised controlled trial., Malays J Med Sci. 2017 Aug; 24(4):97-101. doi: 10.21315/mjms2017.24.4.11. Epub 2017 Aug 18.

Rispondi