Sbalzi di temperatura: attenzione a raffreddore,mal di gola e tosse

Dopo il caldo africano che ha colpito la nostra penisola in questi ultimi due mesi estivi , le temperature si sono bruscamente abbassate , prima al Nord e via via in tutta Italia.

In questa stagione è facile passare di colpo dal caldo al freddo e viceversa e gli sbalzi di temperatura vanno evitati con attenzione per prevenire i malesseri di stagione : raffreddori e virus influenzali infatti colpiscono anche in estate, sempre più di frequente.

Partiamo da questa situazione climatica: fino a qualche giorno fa la temperatura era anche di 38 gradi, mentre ora in molte località si registrano 10-15 gradi in meno.

Questo clima è un invito a nozze per tanti virus simil-influenzali. Non si tratta infatti di vera influenza, che non sta circolando in questo periodo, ma di tantissime altre varianti di virus che possiamo considerare come dei «cugini»: per esempio adenovirus, rinovirus e coronavirus, che vedono facilitata la loro opera proprio dagli sbalzi termici.

Virus e batteri hanno dalla loro il clima altalenante. Gli sbalzi di temperatura, infatti, spianano la strada ai germi rendendo meno efficienti le difese di prima linea di cui l’organismo dispone.

Le vie respiratorie, proprio perché esposte di continuo ai numerosi microrganismi presenti nell’aria, possiedono un valido sistema di protezione capace di bloccare e allontanare gli intrusi prima che possano far danni.

Il tessuto di rivestimento di trachea e bronchi è costituito da cellule dotate di propaggini simili a ciglia che effettuano costantemente movimenti di tipo oscillatorio (cellule ciliate) e da cellule che secernono una sostanza viscosa (cellule mucipare).

Il muco prodotto da queste ultime forma sulla superficie un sottile strato appiccicoso che serve a intrappolare le particelle estranee (polveri, germi) che penetrano con l’aria inspirata, e il movimento ciglia della altre cellule lo sospinge l’esterno.

In tal modo, si impedisce che le sostanze estranee inalate raggiungano i polmoni. Questa funzione della mucosa respiratoria è definita “clearance” (termine inglese che significa pulizia) muco ciliare.

Il classico “colpo di freddo” ha l’effetto di compromettere il funzionamento delle cellule della mucosa respiratoria, facilitando così la vita ai microbi.

Un mal di gola intempestivo non è, però, l’unico guaio che un brusco abbassamento della temperatura. Può portare con sé dolori articolari, contratture muscolari (come il torcicollo), crampi addominali,mal di testa e nevralgie. Soprattutto quando l’esposizione al freddo è improvvisa e intensa.

Come possiamo difenderci?

Si deve cercare di limitare l’esposizione agli sbalzi termici, come quando si passa da una stanza con aria condizionata a temperatura molto bassa, a un ambiente molto più caldo. Per esempio quando si viaggia in macchina, consiglio di spegnere il condizionatore prima di arrivare a destinazione in modo tale da non subire questo forte impatto termico, di cambio della temperatura, nel momento in cui usciamo dalla vettura.

E lavarsi sempre molto bene le mani perché questi virus vengono veicolati sia per vicinanza diretta, attraverso l’aerosol che ci scambiamo tra paziente infetto e soggetto suscettibile, ma anche per via indiretta. E’ stato dimostrato da molti studi che le mani sono un «veicolo» utilizzato anche dai virus influenzali e simil-influenzali, e che il lavaggio delle mani con acqua e sapone, ripetuto più volte nell’arco della giornata, ne riduce la trasmissione in maniera significativa.

Dal momento che nei prossimi giorni le previsioni meteo danno prima caldo e poi di nuovo acquazzoni e calo delle temperature, dobbiamo aspettarci un aumento di casi di simil-influenze: dobbiamo quindi aspettarci un aumento delle infezioni respiratorie simil-influenzali ed iniaziare la prevenzione.

Sono forme sicuramente influenzali sicuramente meno intense di quelle invernali ma da non sottovalutare perché nei soggetti fragili (come anziani o chi soffre di malattie croniche) possono aprire la porta a sovrainfezioni batteriche come le polmoniti.

Give a Comment

Ad Blocker Rilevato!

Il sito è gratuito grazie agli advertising e alla poca pubblicità che trovate automaticamente nelle pagine. Ti chiediamo per permetterci di dare sempre un miglior servizio di disabilitarlo ed inserirci nella lista dei siti consentiti.

Refresh