I capelli del neonato

Durante la gravidanza nel neonato può formarsi una peluria soffice prodotta dagli estrogeni placentari. Con la nascita possiamo assistere ad una caduta quasi completa per essere man mano sostituita dai capelli veri, quindi la mamma potrà assistere soprattutto durante l’asciugatura dei capelli dopo il bagnetto a vere e proprie chiazze che ricordano l’alopecia. Comunque non ci sono motivi di allarmarsi poichè la crescita dei capelli di norma avviene in simultanea per cui è di breve durata. Naturalmente la componente genetica dei genitori influenzerà pesantemente sulla quantità ed il colore dei peli e dei capelli che se molto chiari potranno apparire più “glabri” di uno con colore più scuro.

Nei primi mesi di nascita è possibile lavare i capelli al bambino anche solo con acqua tutti i giorni per passare poi ad uno shampo delicato, esistono molte linee dedicate proprio ai bimbi con componenti studiati per ridurre al minimo le reazioni allergiche e il fastidio se va negli occhi (per citarne alcune tra le migliori abbiamo la Mustela, la Chicco, l’Aveeno).

In caso di comparsa di crosta lattea invece dovremmo usare prodotti a base di amido di riso per dare sollievo dal prurito al bebè. L’eccesso di sebo prodotto dalle ghiandole sebacee è temporaneo per cui solo se particolarmente diffuso si consiglia di usare prodotti altamente specifici per il problema ed eventualmente si può consultare il pediatra durante la visita di controllo.

Rispondi