A spiaggia con il cane, diritti e doveri degli animali e dei loro proprietari

L’estate è arrivata e siete impazienti di iniziare le vostre prossime vacanze in spiaggia?

Trascorrere le proprie vacanze con il cane e portarlo con voi a spiaggia non è piú un problema. Il numero di spiagge dog-friendly in Italia è in continuo aumento e sono sempre di piú i luoghi nei quali possiamo andare in compagnia dei nostri cani.

Sapete che portare i cani in spiaggia è un vostro diritto se non viene espressamente vietato da un’ordinanza comunale? A molti sarà capitato, almeno una volta nella vita, di portare i propri cani in spiaggia e suscitare numerose proteste da parte di quei bagnanti non entusiasti all’idea di dividere la battigia con i nostri amici a 4 zampe.

Cani in spiaggia: cosa dice la legge nelle spiagge libere.

Per prima cosa è necessario sapere che le spiagge pubbliche sono da considerarsi tali anche per gli animali, in assenza di un divieto che ne espliciti la loro esclusione in maniera chiara e inconfutabile. Nessuno, bagnanti e bagnini compresi, possono intimarvi di lasciare la spiaggia senza motivo, a meno che non si tratti delle forze dell’ordine, che comunque dovranno informarvi della presenza del divieto, che deve essere esplicitato in un’ordinanza comunale: l’ordinanza deve esplicitare il divieto motivato, l’estensione oraria di tale divieto e sia firmata dal sindaco, da un assessore delegato o dal comandante dei vigili urbani, e pubblicata sull’albo pretorio. Se anche una sola di queste indicazioni viene a mancare, ecco che il divieto diventa nullo. Inoltre, se trovate dei cartelli in spiaggia che citano l’ordinanza, devono sempre avere il numero dell’ordinanza di riferimento e la data di scadenza.

Ricordate che potete anchsegnalare al servizio online segnalazionereati@libero.it dell’Associazione Italiana Difesa Animali e Ambiente, meglio se con foto, situazioni che ritenete illegali. Potete anche ricevere una consulenza gratuita in materia.

Chiariti i diritti è bene sapere che esistono dei doveri verso gli altri bagnanti e l’ambiente, dettati dal buon senso e dalle regole di civile convivenza. Prima di tutto, assicuratevi che il cane sia in buona salute e in regola con i vaccini prima di muoversi per le vacanze. Fate in modo che la sua cartella veterinaria sia sempre a portata di mano: in fondo é sempre meglio prevenire che curare!

In generale, sia che si tratti di spiagge pubbliche che di stabilimenti balneari privati, è sempre obbligatorio essere in possesso del libretto sanitario del cane, ovviamente in regola, e il cane deve essere iscritto all’anagrafe canina.

Nella maggior parte delle spiagge e degli stabilimenti, le regole da rispettare sono le seguenti:

  • Obbligo di guinzaglio (tenuta a una lunghezza non superiore a 1,50 mt).
  • Numero ristretto di cani che possono accedere contemporaneamente all’acqua.
  • Orari determinati in cui i cani possono fare il bagno, solitamente di prima mattina e a tardo pomeriggio.
  • Limite di cani che si possono portare con sé.
  • Obbligo per i padroni di avere con sé la museruola morbida o rigida.

Ricordatevi che è sempre il proprietario a rispondere di danni o lesioni a persone, animali e cose provocate dall’animale stesso. Lo stesso vale per chiunque, a qualsiasi titolo, accetti di detenere un cane non di sua proprietà. Ma il proprietario ha la possibilità di utilizzare adeguati strumenti di prevenzione: guinzaglio, museruola, gestione congrua e responsabile nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Il proprietario dovrebbe informarsi prima di adottare un cane e fare in modo che questo sia adeguatamente socializzato con persone e altri animali e abituato agli ambienti che frequenta.

Vigilate che il vostro cane non dia fastidio e non sollevi sabbia scavando buche vicino ad altre persone.

Che non abbai troppo e non rincorra chi gioca sulla battigia pensando che voglia giocare con lui. Inoltre, prima di recarsi in spiaggia, è bene sempre munirsi di sacchetto e paletta per raccogliere i bisognini del vostro cane e una bottiglietta d’acqua da versare sulla pipì. Non lasciartelo incustodito soprattutto se sapete che può essere tentato ad andare in giro per esempio per prendere oggetti o cibo da ombrelloni altrui.

Molti proprietari sono tentati di fare il bagno con il proprio cane. Non tutti i cani si bagnano volentieri e non bisogna mai forzare l’animale ad entrare in acqua.

Ci sono situazioni in cui non sono indicate passeggiate sulla spiaggia e il bagno: l’animale che non gode di perfetta salute, il cane anziano o il cucciolo vaccinato da poco potrebbero risentirne. In questi casi, è bene consultare il medico veterinario curante.

Un cane in spiaggia ha bisogno di bere tanta acqua: non fategliela mancare, insieme alla sua ciotola preferita. Anche il cane può soffrire di eritema solare e può scottarsi: meglio usare una crema protettiva per pancia, orecchie e zone glabre. Prestare particolare attenzione agli animali dal mantello chiaro.

Ricordatevi che il caldo eccessivo può essere nocivo per il cane, per cui dovrà sempre avere a disposizione abbondante acqua fresca per evitare la disidratazione.

Ricordatevi di bagnargli il corpo ogni tanto per evitare un eventuale colpo di calore e di controllarlo sempre quando va in acqua perché può correre il rischio di un’intossicazione da acqua di mare.

Cani in spiaggia: cosa dice la legge negli stabilimenti privati

Se vi troviate in uno stabilimento privato, controllate che esista un divieto di accesso dei cani in spiaggia regolarmente pubblicizzato. In molti casi il bagno permette l’accesso ai cani, ma in alcune spiagge il nostro amico non può entrare in acqua. Alcune spiagge invece dedicano spazi attrezzati ai nostri amici e propongono anche giochi ed attività specifiche.

Alcuni stabilimenti particolarmente attrezzati, offrono servizi aggiuntivi come ciotole per acqua e cibo, sacchetti per i bisogni, docce apposite per cani, servizio veterinario e dog-sitter.

Ricordate però prima di partire è sempre necessario verificare personalmente i regolamenti comunali e i servizi riservati ai quattro zampe.

Potete consultare il sito www.vacanzebestiali.org per avere tutti gli indirizzi delle strutture che ricevono i nostri amici animali e tutti i consigli.

 

 

Give a Comment

Ad Blocker Rilevato!

Il sito è gratuito grazie agli advertising e alla poca pubblicità che trovate automaticamente nelle pagine. Ti chiediamo per permetterci di dare sempre un miglior servizio di disabilitarlo ed inserirci nella lista dei siti consentiti.

Refresh