Collagene, che cos’è e quali sono i suoi benefici

Il collagene è una delle principali proteine contenute nel nostro tessuto cutaneo ed ha moltissime virtù: è forse la proteina più abbondante presente nell’organismo, dove si concentra in particolare a livello di ossa, tendini, cartilagini, pelle, membrane e vasi sanguigni e, insieme all’elastina , è il principale responsabile del turgore e dell’elasticità cutanea. Più del 70 % della nostra pelle è composta da collagene. La sintesi di Collagene a livello della pelle richiede la presenza di Vitamina C.

A livello cutaneo contribuisce a mantenere la compattezza, la tonicità ed il tono della cute, minimizzando la presenza delle rughe e prevenendone la formazione; infatti, la quantità di collagene presente nell’organismo diminuisce con l’invecchiamento, mentre aumenta la sua degradazione e con essa la rugosità della cute, che diviene meno compatta e più sottile.

Per questo motivo gli integratori di collagene vengono spesso utilizzati nella nutraceutica anti-aging; l’ingrediente è piuttosto comune anche nei prodotti cosmetici, sebbene abbiano spesso effetti meno evidenti rispetto all’assunzione di integratori specifici.

Verso i 25 anni di età inizia a diminuire la produzione di collagene in tutto il corpo ed in maniera più significativa e visibile sulla pelle, processo accelerato nel caso di soggetti fumatori, e si assiste quindi ad una riduzione dello spessore della matrice del derma.

Di conseguenza, la pelle si presenta soggetta ad un maggior rischio dello sviluppo di rughe, smagliature, infezioni, mentre il colorito ed il cambiamento della pigmentazione possono portare ad inestetismi come ad esempio delle macchie scure. Si rende quindi necessaria un’integrazione regolare di collagene dall’esterno, preferibilmente per via orale.

Il suo ruolo è quello di mantenere la struttura e la resistenza dei tessuti, contribuendo alla produzione di acido ialuronico, fondamentale per l’idratazione della pelle.

Il collagene viene sintetizzato dall’organismo a partire dai singoli amminoacidi che lo compongono. Dal punto di vista nutrizionale, è particolarmente ricco di glicina, prolina ed idrossiprolina, mentre risulta carente di amminoacidi solforati.

Proprio perché ricco di questi amminoacidi necessari alla sua sintesi, il collagene alimentare, dopo essere stato digerito e scomposto nei singoli aminoacidi che lo compongono, può stimolare o comunque favorire la sua re-sintesi nell’organismo.

Per poter apportare benefici all’organismo è indispensabile che un composto assunto per via orale sia in grado di attraversare la barriera intestinale e, attraverso il circolo sanguigno, raggiunga i comparti del corpo in cui viene immagazzinato o impiegato nei vari processi metabolici. A tal proposito diversi studi hanno dimostrato che il collagene idrolizzato è in grado di attraversare la barriera intestinale.

L’impiego di farmaci e integratori a base di collagene idrolizzato è noto da tempo per gli effetti benefici per le articolazioni, le unghie e i capelli, oltre a mostrare un’attività antiossidante e proprietà antipertensive.

In virtù della sua capacità di accumularsi nella pelle dopo l’assunzione per via orale, è stato ipotizzato che il collagene idrolizzato potesse svolgere un ruolo importante anche nel migliorare le condizioni della cute, rallentando i processi di invecchiamento precoce e preservandola dai danni foto-indotti.  

La soluzione più innovativa è rappresentata dal collagene marino: è un principio anti-age ricco di acidi grassi essenziali Omega 3 e proteine, estratto dai pesci dei mari tropicali; si assume per via orale e aiuta a far “cementare” le strutture cellulari disgregate che provocano le rughe, ricostituendo l’impalcatura-base dei tessuti cutanei.

Il collagene di origine marina si trova in farmacia e parafarmacia: meglio se si richiede quello sotto forma di “peptici di collagene” perché sono più solubili, più digeribili e più facilmente assimilabili da parte dell’organismo; i peptici sono delle particolari molecole che, strutturandosi in catene, formano il collagene; è la loro disposizione che determina il grado di elasticità e resistenza della pelle e, quando si deteriorano o si riducono, la cute inizia a “cedere”.

Per quanto riguarda i dosaggi, dai vari studi effettuati, sembra che il dosaggio più opportuno (nel senso di efficace) preveda l’impiego di 10 g giornalieri di collagene idrolizzato per un periodo variabile da uno a tre mesi circa.

Si può assumere il collagene marino in perle o capsule, meglio se miscelato con vitamina C ed acido ialuronico: inizia assumendo due perle al dì e continua per cicli di almeno un mese, da ripetere anche 2-4 volte all’anno, con l’avanzare dell’età.

Oltre che in perle o capsule, il collage marino esiste anche in versione fluida: miscelane 10 gocce con un cucchiaino di olio di germe di grano e applicalo sul viso, che coprirai con un asciugamano caldo. Sdraiati e lascia agire la maschera 20 minuti e poi risciacquati. Ripeti il trattamento due volte alla settimana.

Chi assume collagene per migliorare la salute delle proprie articolazioni può orientarsi su formulazioni che comprendano, oltre al collagene idrolizzato, la glucosamina e la condroitina.

Un aiuto contro la cellulite

La cellulite rappresenta un altro importante inestetismo che può essere combattuto tramite il collagene marino: lo strato inferiore della pelle è formato da collagene per il 95% e proprio la rottura delle sue fibre è tra le cause di questo inestetismo. E’ dunque necessario assumere gli ingredienti fondamentali per la produzione di nuovo collagene nell’organismo (come Vitamina C, Vitamina D, Ferro, Zinco e Manganese), attraverso una dieta mirata e attraverso l’assunzione di specifici integratori, come appunto il collagene: in questo modo sarà possibile combattere più a fondo quelle irregolarità della pelle, che solitamente aumentano con l’età, con la disidratazione e con eventuali sbilanci ormonali.

In caso di stress, cattive abitudine e avanzamento dell’età

Il collagene svolge una funzione di supporto per tutto il sistema osteoarticolare. L’impiego del collagene marino non si limita soltanto a queste azioni in ambito prettamente estetico e di bellezza: il prodotto, infatti, può essere utilizzato in tutte le situazioni in cui si verifichi una riduzione del collagene normalmente presente nell’organismo. Problematiche di questo tipo sono spesso legate allo sport, allo stress, al fumo e alla caffeina, oltre che all’avanzare dell’età. Può così determinarsi la necessità di reintegrare questa sostanza nell’organismo: ricorrere all’utilizzo di questo integratore è utile per contrastare il lento ma graduale deterioramento dei tessuti in generale, al fine di prevenire gli strappi e le lesioni di muscoli e tendini, oltre che facilitare i processi di guarigione delle ferite.

Leave a Reply