Freddo, come proteggere la nostra pelle

Freddo, vento e neve non sono di certo condizioni ideali per la nostra pelle: per evitare di avere un colorito spento ed una pelle secca, screpolata ed arrossata bisogna avere alcuni accorgimenti.

in questa stagione la pelle richiede maggiore idratazione e nutrimento. È fondamentale dare energia alle cellule, fornendo loro le sostanze più utili a rinforzare la membrana e mantenerla integra. I glicani, in particolare la glucosamina, sono zuccheri importanti per questo scopo, con il vantaggio che in più aiutano le cellule a “dialogare” fra loro, condizione fondamentale per mantenere un buon equilibrio epidermico. In inverno il pericolo maggiore sono gli sbalzi termici. Può succedere anche che ci sia un’escursione di venti gradi in una frazione di secondo. Arriva così un grande afflusso di sangue che affiora sulla pelle e dilata bruscamente i vasi capillari. Risultato: un elevato rischio di couperose su guance e lati del viso, pericoloso perché ogni volta che si altera il microcircolo la pelle è più fragile e invecchia precocemente. Diventa così fondamentale aumentare l’apporto di flavonoidi, contenuti in more e mirtilli, perché danno elasticità alle pareti capillari. Cosmeticamente dunque meglio puntare su formule ricche di vitamine C, E ed F, più estratti botanici come ruscus ed edera. Consiglio: prima di entrare in un locale chiuso, scaldare per qualche secondo con il tepore delle mani le guance per “scongelarlo” gradualmente. Con il freddo, inoltre, alterandosi il film idrolipidico, si secca la pelle e si creano micro-fissurazioni che la rendono più permeabile. Ottimo uno scrub settimanale e una pulizia con detergenti a base di latte privi di saponi, ma ricchi di sostanze che facilitano il ricambio cellulare, come l’acido tiottico.

Nelle giornate più fredde bisogna contribuire al nutrimento e all’idratazione della pelle del viso e del corpo anche dall’esterno, sia al mattino prima di uscire di casa che alla sera: la stessa crema non va bene per tutto l’anno. In inverno, infatti, la pelle ha bisogno di idratazione e nutrimento extra per affrontare le aggressioni della stagione. Si mettono al mattino per isolare la cute dall’esterno e alla sera, con più generosità, per aiutarla a riparare i danni subiti e recuperare comfort, morbidezza e vitalità. La ricca formula delle creme invernali contiene sostanze che migliorano l’idratazione e la funzionalità della barriera cutanea. Sono oli e burri vegetali, ricchi di acidi grassi essenziali, glicerina, betaina, acido ialuronico e allantoina, che ripristinano le riserve nutritive della cute e le restituiscono compattezza. A questi si aggiungono principi attivi emollienti e addolcenti come le vitamine del gruppo B, H miele, l’acqua termale, gli estratti di fiori delicati come la malva, la calendula, l’aloe e altre sostanze che idratano, aiutano a calmare irritazioni e rossori e danno comfort. Completano la formula antiossidanti come la vitamina E che frenano l’aggressione pericolosa dei radicali liberi, prevenendo la comparsa delle rughe. Preziosa anche l’azione schermante dei filtri solari, che arginano gli effetti dannosi del sole.

Inoltre con il freddo gli occhi tendono ad arrossarsi con maggior facilità: il fenomeno dipende dal fatto che il gelo provoca fragilità capillare. Ecco pochi accorgimenti per proteggere il nostro sguardo nelle giornate invernali. Utilizzare con regolarità, mattina e sera, una crema specifica per il contorno occhi.

La sera dopo la pulizia del viso, che in inverno è meglio effettuare con un latte detergente delicato, potrà essere di sollievo applicare sulle palpebre compresse tiepide di camomilla.

La pelle delle labbra è estremamente sottile e vento e freddo possono inaridirla. Durante la giornata, passate di frequente un buon burro cacao.

Evitate di inumidirvi le labbra con la lingua, se le labbra sono già screpolate peggiorereste la situazione.

In montagna, usate una crema solare specifica per labbra e contorno della bocca.

Per le mani vale sempre il consiglio di mettere e rimettere più volte al giorno la crema per evitare che la pelle, perdendo idratazione e nutrimento, si arrossi, si screpoli e arrivi persino a spaccarsi in dolorosi tagliettí. Siì ai guanti di lana che, lasciando traspirare la cute, sono un prezioso aiuto anti-gelo per le mani.

Non dimenticate mai i capelli. E’ bene lavarli con uno shampoo dolce per togliere i residui di smog che soffocano il cuoio capelluto e tolgono ossigenazione al bulbo e forza alla fibra. Balsami e maschere restitutive con oli vegetali preziosi, come quello di argan, di karité e di jojoba aiutano a ripristinare l’equilibrio idrolipidico che mantiene la chioma morbida e lucente.

Il pallore ed il grigio dell’inverno si combattono con una pulizia accurata, al mattino e alla sera. Per la detersione del viso scegliete saponi non sapone o una crema detergente . Per non avvertire la tipica sensazione di secchezza sul corpo é bene eliminare bagnoschiuma aggressivi optando per formulazioni delicate ed addolcenti. Se la pelle è particolarmente secca aggiungere all’acqua del bagno olio di mandorle dolci o olio di germe di grano, non sfregatevi con l’asciugamano quando avete finito il bagno, ma tamponate il corpo delicatamente.

Non solo cosmetici: per rendere le cellule più coese e pronte a rispondere meglio agli attacchi esterni, un aiuto arriva dagli integratori. Sono indicati quelli a base di silicio, perfetto per la stanchezza psico-fisica e per lo stress ossidativo, e gli acidi grassi essenziali Omega 3 e 6 che nutrono le membrane cellulari e svolgono un’azione antinfiammatoria. Fra le sostanze lipidiche che aiutano a sopportare meglio i rigori della stagione ci sono il borago officinalis che contiene un’alta percentuale di acidi grassi, soprattutto il gamma linolenico, che rinforza la barriera protettiva, aumentandone l’elasticità e riducendo la perdita d’acqua.

In casa, soprattutto in camera da letto, mantenere una temperatura adeguata, non superiore ai 20 °C e usare gli umidificatori. Gli sbalzi di temperatura provocano vasocostrizione, che tende ad arrossare le guance.

Anche in inverno per proteggere la pelle e averla sempre luminosa la parola d’ordine è idratazione. Ma, a causa del freddo, spesso lo stimolo della sete manca. Costringetevi quindi a bere acqua durante il giorno e, se proprio non ne sentite il desiderio, scegliete bevande calde quali tisane e infusi di vostro gradimento. Qualche goccia di limone, sia nell’acqua, sia nelle bevande, aiutano a soddisfare il fabbisogno quotidiano di vitamina C. Ed anche un’alimentazione ricca di minestre e zuppe contribuirà all’idratazione.

 

Leave a Reply