fbpx

Dieci cibi senza data di scadenza

foto-cibiQuando acquistiamo o consumiamo alimenti è buona abitudine consultare la data di scadenza del prodotto.

Ci sono alimenti che, se ben conservati, mantengono le loro caratteristiche igieniche e organolettiche, per anni, a volte decenni. Vediamo quali sono :

  1. Caffè solubile. Se non lo si usa spesso, metterne piccole porzioni in sacchetti da freezer e conservarlo in congelatore.
  2. Sale. Se conservato insieme a qualche chicco di riso durerà per tantissimo tempo senza alterarsi. Conservazione: luogo fresco e secco (il sale è altamente igroscopico).
  3. Liquori e distillati.Essendo un conservante, l’alcol non permette lo sviluppo di batteri. Conservazione: chiusi, al fresco e al buio.
  4. Aceto di vino.Non ha scadenza e non cambia sapore. Conservazione: chiuso in luogo buio e fresco.
  5. Zucchero.Raffinato o di canna, non scade mai, perché i batteri non riescono a nutrirsene e quindi a riprodursi. È utilizzato infatti come conservante, vedi le marmellate e la frutta sciroppata. Conservazione: luogo fresco e secco. L’unico limite dello zucchero nel tempo è che può indurirsi e magari sciogliersi meno facilmente. Per quanto riguarda sapore e sicurezza niente di cui preoccuparsi. Potete tenerlo per anni (conservato in un luogo asciutto) e consumarlo con tranquillità.
  6. Amido di mais e fecola di patate. Se conservati nel modo giusto hanno una durata indefinita. Conservazione: luogo fresco e asciutto chiusi ermeticamente perché tendono ad assorbire umidità e odori dalle sostanze vicine.
  7. Miele. Può cambiare colore, o cristallizzazione, ma nessun pericolo per la salute. Per renderlo più liquido basta mettere a bagnomaria il vasetto aperto. Conservazione: chiuso e in un luogo fresco.
  8. Sciroppo d’acero. Se non lo si usa spesso, metterne piccole porzioni in sacchetti da freezer e conservarlo in congelatore.
  9. Legumi.Secchi o in scatola durano tantissimo tempo. Conservazione: luogo secco. Ceci ,fagioli, lenticchie possono essere conservati per lunghissimi periodi, basta che stiano in un luogo secco (non umido) e fresco. E’ buona regola passare i legumi sotto l’acqua corrente prima di consumarli da soli o come arricchimento di pietanze. Il riso insieme all’avena e al farro possono durare anni e anni basta che siano chiusi ermeticamente e ben sigillati. Conservarli in luoghi freschi, asciutti e senza pericolo di insetti e polveri. Se tenuti bene questi tre alimenti possono essere consumati anche a distanza di moltissimo tempo. L’unica eccezione riguarda il riso integrale che può irrancidire perchè molto ricco di grassi. Per quanto riguarda la pasta invece la norma prevede che non debba essere consumata dopo 3 anni dall’acquisto (anche in caso di ottima conservazione.
  10. Riso, avena e farro.Durano anni se ben protetti da insetti e polvere. Devono essere chiusi ermeticamente e ben sigillati. Conservarli in luoghi freschi, asciutti e senza pericolo di insetti e polveri.NB: il riso integrale, essendo ricco di grassi, nel tempo, invece, può irrancidire. Conservazione: chiuso ermeticamente in luogo fresco e asciutto.

 

 

 

Leave a Reply

gtag('config', 'G-HH9LQTEQRM');