Come affrontare lo stress da rientro

foto stressIl rientro al lavoro dopo le ferie? Per molti non è a impatto zero. C’è chi si sente senza energia e un po’ frastornato a causa del brusco passaggio dal relax ai ritmi pressanti della normalità post vacanziera. E chi si scopre insonne, triste, irritabile. Altri sono in continua apprensione per le responsabilità e i carichi di lavoro incombenti. Tranquilli: si tratta della cosiddetta “post vacation blues”, come la chiamano gli anglosassoni per indicare, appunto, lo stato d’animo malinconico che può subentrare nel periodo immediatamente post vacanziero. Quali sono le cause della “sindrome da rientro”? Il fatto stesso di ritornare ai ritmi di vita quotidiana, dopo le ferie, richiede un adattamento da parte del nostro organismo. E questo cambiamento provoca un certo livello di stress . Secondo le statistiche il cosiddetto “stress da rientro” colpisce 1 persona su 10.

Di che cosa si tratta ?

La vacanza, lo dice la parola stessa è una sorta di terra di mezzo, uno spazio in cui immergersi per prendere le distanze dalla routine e in particolar modo dai ritmi incalzanti del proprio lavoro.

Prima di essere uno spazio fisico è quindi uno spazio mentale, una distrazione psicologica cui la nostra mente si abbandona e in certo senso si deve anche adattare dopo un anno di lavoro. Una volta elaborata la vacanza però il gioco è fatto: ci si distrae, ci si diverte, si gode del “dolce far niente” e soprattutto ci si rilassa ristorando il corpo e la mente.

Ma quando le vacanze stanno per finire e il ritorno alla vita di tutti i giorni si fa più concreto. Ci si sente psicologicamente non preparati al ritorno alla quotidianità e alle responsabilità che abbiamo lasciato a se stesse qualche settimana prima, e allora come fare per tornare più carichi che mai ai nostri impegni?

Ecco alcune semplici regole per affrontare e sconfiggere lo stress da rientro nei giorni immediatamente precedenti:

  1. Abituatevi con gradualità a ridurre le ore di sonno, onde evitare di passare dalle 8/10 della vacanza alle 6/7 della vita di tutti i giorni.
  2. Fate movimento per scacciare lo stress e riposare meglio durante la notte.
  3. Seguite un’alimentazione corretta, se possibile ricca di zuccheri buoni e sostanze che regolino il tono dell’umore e il rapporto sonno veglia come la melatonina, contenuta nella buccia dell’uva.
  4. Concedetevi del tempo per stare all’aria aperta: è fondamentale infatti non passare bruscamente dalla luce del sole a quella artificiale dell’ufficio, o comunque ridurne l’impatto il più possibile, magari trascorrendo fuori la pausa pranzo.
  5. Sono un vostro diritto, quindi prendeteveli! Di cosa si tratta? Dei 15 minuti di pausa ogni due ore, serviranno alla vostra mente per staccare la spina e al vostro corpo per “sgranchirsi” un po’.
  6. Concedetevi qualche week end di totale relax, per prolungare mentalmente le vacanze e quindi rientrare a pieno regime lavorativo o scolastico con regolarità, evitando stress e shock!

 

Leave a Reply