fbpx

Thè alla menta , la bevanda dell’estate

foto thè alla mentaIl thè alla menta, in lingua araba “shai” , è una bevanda dissetante molto consumata dai Beduini e poi diffusasi in Nord Africa, dal Marocco, alla Libia, alla Tunisia: ha un sapore delicato e rinfrescante e riduce la sensazione di sete e di calore. Sono stati proprio i Beduini i primi consumatori di tè alla menta, seduti sui tappeti attorno ai tipici “mida”, i tavolini per thè.

Il tè alla menta è più dolce in Marocco, decisamente più amaro in Tuinsia, dove viene anche aggiunta una pianta locale chiamata “attarshìa”, molto simile al geranio profumato. Il tè alla menta è noto sia per i suoi effetti rinfrescanti, contro la calura estiva, sia quando fa freddo, in particolare dopo pranzo o cena, per i suoi effetti benefici sulla digestione.

Semplice, facile da preparare, esso ha il vantaggio di contenere una comunissima erba ( la menta piperita) che si può tranquillamente coltivare nei giardini o sui balconi ed è ricchissimo di virtù salutari: combatte il mal di stomaco e il bruciore, favorisce la digestione e rilassa la muscolatura dell’intestino, aiuta la concentrazione, pertanto è un valido alleato della memoria, stimola la diuresi ed elimina le scorie in eccesso, è un ottimo decongestionante naturale in caso di tosse secca, raffreddore e mal di gola, è un analgesico in caso di mal di testa, ha proprietà sedative in caso di mal d’auto e nausea.

Inoltre, purifica l’organismo, migliora la circolazione sanguigna e linfatica per cui è un toccasana per chi soffre di emorroidi, è alleato di chi vuol mantenersi in forma e, secondo alcuni studi, pare contrasti i peli in eccesso (per ora quest’ultima è solo un’ipotesi). Per preparare il thè alla menta in casa, servendolo, come da tradizione marocchina, nei colorati e decorati bicchieri detti “rabat”, occorre mettere un cucchiaino di foglie di tè verde cinese gunpowder in una teiera (meglio se d’argento), facendo bollire mezzo litro d’acqua a parte. Versatene un po’ sul thè (quanto basta per coprire le foglie) e lasciate il tutto in infusione per qualche minuto.

Unire al tè le foglie di menta fresca e mettere tanti cucchiaini di zucchero (di canna integrale o normale) quanti sono i bicchieri, un cucchiaino circa per ogni bicchiere. Mescolare e rimettere sul fuoco per un paio di minuti. Servire il tè alla menta “ossigenandolo”, versandolo dall’alto, senza scottarvi e cercando di mirare il più possibile il bicchiere.

Conosciuta fin dall’antichità per le sue proprietà benefiche , la menta è una pianta presente in ogni stagione dell’anno e può essere facilmente coltivata anche in giardino o in vaso.

Le sue foglie, fresche e profumate, sono ricche di un principio attivo, il mentolo, con proprietà calmanti e disinfettanti: è perfetto in caso di disturbi gastro-intestinali e può favorire la digestione. Ottimo in estate , con il caldo.

Leave a Reply

gtag('config', 'G-HH9LQTEQRM');