Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Conoscere ed utilizzare le piante antizanzara

foto piante antizanzaraCon l’estate ed il caldo sono arrivate anche le fastidiosissime zanzare che con le loro punture provocano allergie , prurito, ponfi e disturbo del sonno.

L’estate 2016 prevede un gran numero di zanzare : a causa di un inverno troppo mite milioni di uova deposte dalle zanzare non sono morte come di consueto perché non ha fatto abbastanza freddo . A peggiorare la situazione poi, le piogge continue durante questa primavera che favoriscono il proliferare di zanzare anticipandone anche l’arrivo.

Dobbiamo quindi difenderci sia in casa sia in giardino o sul balcone , ricordando che se le zanzare da un lato odiano gli odori forti, dall’altro si stanno abituando sempre di più ai classici rimedi che da anni siamo abituati ad utilizzare.

In giardino

In giardino è consigliabile piantare piante repellenti per le zanzare, come la profumata calendula , facile da coltivare perché sopporta bene la siccità , la citronella ( l’ antizanzare più conosciuto e utilizzato nella formulazione dei diversi repellenti anti zanzara presenti in commercio, dalle creme alle candele ) , il rosmarino , il geranio , la lavanda e la menta ma anche le meno comuni Catambra,Monarda e l’ Agerato .

La catambra (famiglia delle bignogniacee) è una pianta originaria dell’America Boreale con un’elevata concentrazione di catalpolo, una sostanza naturale che esercita una potente azione repellente contro le zanzare, anche quelle più feroci. Protetta da Brevetto Europeo la catambra originale si riconosce per l’etichetta antistrappo con codice di controllo presente sulla chioma e può essere coltivata sia in terra che in vaso.

La monarda (famiglia delle Lamiaceae)  ha proprietà e caratteristiche simili alla citronella ma il profumo intenso ricorda molto quello dell’incenso ; non richiede particolari cure per essere coltivata, predilige l’esposizione a pieno sole ed è molto resistente. I fiori la rendono una bella pianta ornamentale.

Esistono circa 60 specie appartenenti alla famiglia dell’Ageratum, una pianta che si riconosce facilmente per i suoi caratteristici fiori azzurri. L’agerato celestino è una piccola pianta erbacea dai numerosi fiori profumati . Le sue foglie sono ricche di cumarina, una sostanza poco gradita alle zanzare, e per amplificarne odore ed efficacia repellente si possono raccogliere e schiacciare le sue foglie (si sconsiglia l’applicazione sulla pelle).

Potete creare delle siepi basse e molto profumate di rosmarino nel vostro giardino. Il rosmarino fiorisce proprio in estate , bisogna soltanto potarlo per dare un aspetto ordinato alla siepe.

Nota soprattutto per i suoi poteri curativi rispetto ai problemi delle vie respiratorie (ad esempio il mal di gola), la pianta di Eucalipto (nome botanico Eucalyptus) è anche un’ottima alleata nella lotta alle zanzare: il profumo delle sue foglie agisce infatti come repellente e tiene lontani molti insetti. Dal momento che questa pianta può crescere sino a raggiungere i 25 metri di altezza, se ne raccomanda l’uso esclusivamente in ampi giardini, assieme ad una costante potatura nel periodo di primavera, che vi permetterà di controllare le sue dimensioni.

Sul balcone

L’erba gatta è una delle piante più potenti per combattere le zanzare; questa pianta infatti, secondo gli studiosi, è 10 volte più efficace del Deet, il rimedio antizanzare usato in tutte le macchinette elettriche che sono presenti nelle nostre case. La potenza dell’erba gatta può essere perfino amplificata se applicata direttamente sulla pelle.

Il geranio oltre ad abbellire il balcone delle nostre case ed essere facile da curare è un ottimo rimedio per tenere lontane le zanzare

La lavanda nota per i suoi splendidi colori, è anche un‘arma valida per combattere le zanzare, inoltre è in grado di crescere anche nei terreni più aridi, senza bisogno di eccessive cure. Coltivatela in piena terra.

Il gelsomino rampicante che arreda il nostro giardino ed il nostro balcone è una delle piante più odiate dalle zanzare grazie al suo odore riconoscibile e molto particolare. Essendo una pianta rampicante sarete voi a decidere dove farla crescere.

Tra le erbe utilizzate per insaporire i nostri piatti, anche la Menta è un ottimo repellente naturale contro le zanzare. Per questo motivo è ideale creare, sul balcone o in una precisa zona del giardino, una piccola area di erbe aromatiche anti zanzare, così da avere anche tante spezie da tavola a portata di mano.

Restando in tema di piante aromatiche che vengono usate in cucina ma che possiedono anche proprietà anti-zanzare, non possiamo non parlare del buonissimo Rosmarino. Questa pianta può essere tenuta dentro un vaso in balcone, mentre per chi ha a disposizione un giardino consigliamo di creare una piccola siepe nei pressi del luogo dove si mangia, in modo da avere una vera e propria barriera contro le zanzare.

Non dimenticate il basilico , da tenere in un vaso sul balcone, magari vicino alle finestre, in modo da allontanare le zanzare ed avere sempre le sue profumate e buonissime foglioline a portata di mano per utilizzarle in cucina.

Dopo aver innaffiato le piante dovete sempre evitare di lasciare acqua nei sottovasi, così come dopo le piogge dovete favorire il deflusso d’acqua dal balcone e dai contenitori che potrebbero riempirsi e creare ristagno. Le pozze d’acqua e l’umidità sono infatti il regno delle zanzare. Sul terrazzo è raccomandabile creare degli angoli con piante di basilico, geranio e menta che possono allontanare il fastidioso insetto.

In casa potete inoltre far uso delle zanzariere, soprattutto nella zona notte ed in presenza di bambini . La trama della tela deve essere abbastanza stretta da non far passare gli insetti ma sufficientemente larga per consentire circolazione dell’aria in casa.
 

Rispondi