Infestazione da ossiuri

L’infestazione da ossiuri è piuttosto comune soprattutto tra i bambini.
Gli ossiuri sono nematodi ossia vermetti bianchi,filiformi, lunghi un centimetro.
Questi parassiti si introducono nell’organismo quando le uova vengono involontariamente ingerite.
Le uova vivono infatti anche tre settimane al di fuori dell’organismo umano e possono contaminare biancheria, asciugamani, utensili da cucina, sabbiere e altri oggetti.
Non resistono al calore.
Le uova ingerite arrivano all’intestino tenue dove schiudono, le larve migrano in seguito nell’intestino crasso dove vivono con la testa adesa alle pareti intestinali.
Dopo circa un mese dall’ingestione delle uova, le femmine adulte, raggiungono il retto di notte e alla sua uscita depongono nuove uova.
A questo punto si viene a conoscenza dell’infestazione in quanto si avverte prurito continuo di notte nella zona anale e vaginale nelle bambine.
Gli ossiuri non sono pericolosi i maggiori problemi che danno sono il prurito in zona anale e genitale e a volte l’irritazione dell’uretra con cui possono venire a contatto, questa irritazione può causare enuresi notturna.
Se il nostro bambino si gratta spesso in zona anale, dorme male per il prurito è bene che osserviamo le sue feci dove si potranno vedere gli ossiuri. A volte è possibile vederli anche sulla biancheria.
Se ci si accorge della presenza di questi vermi, ci si deve recare dal medico che ci prescriverà un antielmintico come il Mebendazolo o il Pirantel che uccidono gli ossiuri. Il mebendazolo  e il pirantel pamoato si assumono in un’unica dose e si ripete il trattamento dopo due settimane per il rischio di re infestazione. Possono tranquillamente essere assunti dopo l’anno di età.
E’ consigliabile che tutta la famiglia faccia il trattamento e che vengano lavati biancheria da letto e asciugamani.
I bambini grattandosi nella zona anale a causa del prurito fanno in modo che le uova si accumulino sotto le unghie e così si diffonda l’infestazione.
E’ regola utilissima tenere le unghie corte e lavarsi spesso le mani.

Leave a Reply