Il mal di primavera

Con l’arrivo della bella stagione, variano le temperature e anche il rapporto tra ore di luce e ore di buio.
La natura si risveglia, ma spesso per noi non è così. Ci sentiamo spossati, stanchi e privi di energie.
Se questo succede agli adulti, capita con maggiore frequenza ed intensità ai bambini che appaiono stanchi, non riescono ad alzarsi dal letto, sono più capricciosi e lamentosi e spesso hanno difficoltà di concentrazione.
Questa condizione si può definire “mal di primavera” in quanto è causata proprio dall’arrivo della bella stagione che impone un cambiamento di ritmi anche all’organismo dei nostri piccoli.
Una buona mano la dà anche il cambio dell’ora. Per i bambini è molto più complicato adeguarsi all’ora legale.
A questo punto ci si chiede come fare per attenuare il disagio dei nostri bimbi.
Sarebbe importante prevenirlo facendo passeggiate all’aria aperta durante tutto l’inverno e areando spesso le stanze dove i bambini soggiornano in modo da rendere l’aria più ossigenata.
Grande aiuto può darlo la corretta alimentazione che dovrebbe essere ricca di frutta e verdure di stagione anche sotto forma di frullati o gelati e contemplare la giusta dose di proteine. Andrebbero evitati invece gli alimenti contenenti conservanti e coloranti e troppi zuccheri semplici che danno energia solo nell’immediato.
Fondamentale è inoltre che i bambini dormano 8-9 ore per notte.
Se l’alimentazione è corretta e il bambino è sano non servono a nulla e potrebbero essere dannose le vitamine artificiali che sono da somministrare solo in casi di effettiva carenza delle stesse e dopo aver sentito il parere del pediatra.
Passate alcune settimane i bambini riacquisteranno le loro energie e saranno pronti a vivere l’estate.

Leave a Reply