Raffreddore e naso chiuso : cause, sintomi e rimedi

foto raffreddoreNaso chiuso o gocciolante sono i tipici sintomi del raffreddore che rendono difficile la respirazione, tanto negli adulti ma soprattutto nei bambini, incapaci di soffiarsi il naso.

La congestione nasale (naso chiuso o ostruzione delle vie respiratorie nasali) è uno dei problemi più diffusi e fastidiosi dell’apparato respiratorio. Per alcune persone può rappresentare un semplice fastidio, mentre per altre può essere causa di forte disagio.

In media gli adulti hanno il raffreddore due o tre volte all’anno. Bisogna sempre ricordare che il raffreddore è un malessere temporeneo che non richiede particolari cure e spesso si può risolvere con rimedi naturali semplici ma efficaci.

Quest’infezione virale si verifica con maggior frequenza durante l’infanzia, perché le difese immunitarie dei bambini sono più deboli di quelle degli adulti. Il raffreddore può essere causato da diversi virus, alcuni dei quali si trasmettono per via aerea, mentre altri per contatto tra le mani e il naso.

Una volta che il virus penetra nel naso, fa rilasciare all’organismo l’istamina, una sostanza chimica che fa aumentare il flusso sanguigno diretto al naso e fa gonfiare i tessuti nasali. Le membrane nasali quindi si infiammano e si congestionano, producendo una quantità eccessiva di muco che ostruisce le vie aeree nasali. Durante le infezioni virali, il naso è poco resistente ai batteri: questo è il motive per cui le infezioni del naso e le sinusiti di solito si presentano subito dopo il raffreddore. Se il muco nasale, da trasparente, diventa giallastro o verdastro, normalmente significa che è in corso un’infezione batterica e quindi è opportuno consultare un medico in quanto molto probabilmente si tratta di sinusite .

Le sinusiti acute fanno chiudere il naso e ispessire il muco. Ci può essere dolore alle guance e nell’arcata dentale superiore, tra gli occhi e dietro gli occhi, oppure a livello della fronte, a seconda dei seni coinvolti.

Le sinusiti croniche possono causare dolore o meno, ma di solito provocano sempre l’ostruzione nasale e un grave gocciolamento nasale o retronasale. Alcuni pazienti, a causa della sinusite, possono sviluppare polipi (cioè delle escrescenze) all’interno del naso, e l’infezione può diffondersi nelle vie aeree inferiori, trasformandosi in tosse cronica, bronchite cronica o asma . Le sinusiti acute di norma reagiscono bene alla terapia antibiotica, mentre per la sinusite cronica può essere necessario l’intervento chirurgico.

I sintomi del raffreddore invece possono essere alleviati dagli antistaminici e dai decongestionanti nasali, sostanze da applicare localmente che inducono una vasocostrizione della mucosa e permettono una riduzione del gonfiore dei tessuti nasali infiammati, rappresentano un utile strumento per facilitare la respirazione.

Ottimi anche i cerotti nasali : utilizzando i cerotti per la respirazione si può liberare un naso chiuso. Incollare un adesivo sopra le narici per avere un sollievo rapido. Queste strisce nasali aiutano a non russare, quindi sono ottime durante la notte

Ciò nonostante però non esistono farmaci per curare i sintomi del raffreddore . L’unica cosa da fare è attendere che l’infezione si risolva spontaneamente.

Ci sono invece ottimi rimedi naturali che aiutano ad alleviare la congestione nasale a cominciare dai suffumigi, veri e propri toccasana contro naso chiuso e raffreddore.

SUFFUMIGIO AL BICARBONATO – Tra quelli sicuramente più conosciuti e utilizzati vi è il suffumigio al bicarbonato, perfetto per decongestionare le vie respiratorie. Per prepararlo mettete a bollire in una pentola un litro d’acqua che una volta giunta a ebollizione dovrete versare in una bacinella a cui aggiungere due cucchiai di bicardonato di sodio. Tenendo la testa coperta con un asciugamano in modo da evitare la dispersione del vapore sprigionato dall’acqua calda, respirateli per circa dieci minuti.

SUFFUMIGIO ALL’OLIO DI EUCALIPTO – Allo stesso modo, anche i suffumigi all’olio essenziale di eucalipto si presentano come un ottimo rimedio contro il naso chiuso. È possibile utilizzare l’eucalipto in aggiunta o in sostituzione del bicarbonato di sodio: bastano poche gocce per sentirsi subito meglio.

SUFFUMIGI REALIZZATI CON IL SALE GROSSO – Se poi nel momento in cui andate a preparare l’acqua per i suffumigi vi accorgete che non avete in casa né il bicarbonato né le gocce di eucalipto nessun problema: potete sostituirli con il sale grosso. Fate bollire l’acqua e procedete sempre nello stesso modo.

Lavaggi nasali

Soprattutto nei bambini, ma anche negli adulti che tendono ad andare incontro a ripetuti episodi di raffreddore durante l’inverno e i cambi di stagione, curare regolarmente l’igiene del naso con lavaggi o aerosol con soluzioni saline è un metodo semplice ed efficace per prevenire sintomi fastidiosi come arrossamento, infiammazione e naso chiuso e per alleviare il disagio quando i virus hanno ormai colpito..

La soluzione viene dal mare

Al contrario: l’azione riequilibrante dei sali minerali contenuti nelle soluzioni nasali specifiche vendute in farmacia e il loro effetto “umidificante” contribuiscono a migliorare le difese immunitarie locali, offrendo una protezione naturale prolungata.

Le soluzioni saline per lavaggi nasali e aerosol si possono acquistare in farmacia senza bisogno di ricetta medica e sono molto semplici da usare anche nei bambini di pochi mesi, per i quali rappresentano praticamente l’unico rimedio autorizzato contro il raffreddore e in generale contro tutte le condizioni che portano a un’eccessiva produzione di muco.

Per avvantaggiarsi di tutte le proprietà benefiche delle soluzioni saline, bisogna ricordare di conservarle, una volta aperte, in frigorifero, ben chiuse e in una zona separata dagli alimenti, per un massimo di sette giorni (per non sbagliare basta scrivere la data di apertura sulla confezione).

Se ad aver bisogno dei lavaggi nasali è più di un componente della famiglia, per evitare di trasferire involontariamente i virus del raffreddore da uno all’altro, si deve avere l’accortezza di utilizzare flaconcini di soluzione salina individuali, per esempio scrivendo il nome (o un simbolo distintivo) su ogni confezione.

In alternativa, si può optare per le più pratiche soluzioni in confezione monodose che evitano ogni rischio di contaminazione e si conservano più a lungo.

Ricordare inoltre che:

  • Il raffreddore e la congestione nasale si combattono anche a tavola quindi non fatevi mai mancare almeno una spremuta d’arancia ricca di vitamina C, tanta frutta fresca e tanta verdura.
  • Limitate invece il consumo di latticini e alcolici: questi ultimi possono provocare disidratazione e aumentare la secchezza delle cavità nasali. Privilegiate le tisane e le zuppe calde .
  • Infine, assicuratevi che vi sia un giusto grado di umidificazione in casa. L’aria eccessivamente secca non fa bene al raffreddore e al naso chiuso.

Rimedi omeopatici per raffreddore e naso chiuso

  • Aconitum napellus  30CH: fase iniziale di un raffreddore con esordio improvvisoe violento. Questo tipo di raffreddore insorge in seguito ad esposizione ad aria o vento freddo o secco oppure shock e forte spavento. Per essere efficace deve essere assunto entro 24 ore dall’insorgenza del raffreddore con questa tipologia di sintomi. Il raffreddore da Aconitum può essere accompagnato da tosse secca e metalica ad esordio improvviso. Le secrezioni nasali sono calde e acquose.
  • Allium cepa  30CH: secrezione nasale abbondante ed acquosa che gocciola come “un rubinetto”. Secrezioni nasali irritanti che provocano sensazione di bruciore alle narici ed al labbro superiore. Occhi e naso lacrimano e bruciano come se si stesse affettando una cipolla.
  • Arsenicum album  30CH: starnuti e secrezioni nasali acquose irritanti e brucianti. Sensazione di naso chiuso o tappato ma con produzione di secrezione acquosa. È estremamente freddoloso, brividi freddi lungo la schiena.
  • Kalium bichromicum 30CH: secrezioni nasali intense, filamentose, di colore giallo-verde. Sensazione di pressione in corrispondenza dei seni paranasali e dolori alla radice del naso. Questo tipo di raffreddore spesso si evolve in sinusite
  • Mercurius 30CH: secrezioni nasali profuse di colore verde-giallastro. Alito, sudorazione e secrezioni maleodoranti, sapore metallico in bocca. La lingua è ricoperta da una patina biancastra.
  • Natrum muriaticum 30CH: secrezioni nasali dense simili all’albume d’uovo. All’inizio le secrezioni sono liquide profuse, poi si bloccano con conseguente congestione. Spesso questo tipo di raffreddore è accompagnato dalla comparsa di herpes labiale sul labbro superiore.
  • Nux vomica  30CH: raffreddore caratterizzato da una generale congestione con sensazione di ostruzione (soprattutto nelle ore serali) che si alterna a secrezioni liquide profuse durante il giorno. Spesso questo tipo di raffreddore si manifesta in seguito ad un periodo stressante di lavoro o studio oppure in conseguneza ad un eccesso alimentare (consume eccessivo di bevande alcoliche o cibi troppo grassi e speziati).
Protezione Copyright Attivata!