La rosacea

La rosacea è un disturbo dermatologico non molto frequente. Spesso è ancora erroneamente indicata con il termine couperose. Veniva anche chiamata acne rosacea, ma in realtà non ha nulla a che fare con l’acne.

Questo disturbo è generalmente benigno, ma può avere risvolti psicologici importanti per il paziente infatti il problema, nella tradizione popolare,  si riteneva scatenato dal consumo abituale di bevande alcoliche.

Chi ne è affetto spesso va alla ricerca di prodotti cosmetici adatti alla sua pelle che è ipersensibile ed ha una funzioe di barriera ridotta.

La rosacea è un disturbo infiammatorio cronico che interessa le parti convesse del viso. Si ha eritema centrale persistente su cui si sovrappongono vampate di rossore che possono durare anche più di dieci minuti e che possono essere scatenate da emozioni, assunzione di cibi e bevande caldi o freddi e variazioni della temperatura dell’ambiente. Si possono notare anche teleangectasie ossia presenza di capillari superficiali dilatati su guance e ali del naso. In stadi successivi potrebbero esserci papule, pustole, edema del volto ed ipertrofia delle ghiandole sebacee del naso.

Di solito questo disturbo colpisce individui con pelle e occhi chiari e presenta una certa familiarità. Non è nota la causa precisa del disturbo anche se sembra intervenire un’alterazione dei meccanismi dell’immunità innata e la maggiore formazione di fattori di crescita dell’epitelio vascolare.

Ci sono però fattori scatenanti il disturbo e questi sono: esposizione a temperature elevate o molto basse o all’umidità, esposizione al sole, assunzione di bevande alcoliche o calde, intenso esercizio fisico, assunzione di cibi caldi o speziati, emozioni intense, applicazione di prodotti cosmetici contenenti alcol, amamelide, acetone e profumi, assunzione di farmaci vasodilatatori e vampate di calore della menopausa.

Non esiste un trattamento che risolva il problema definitivamente, ma ci sono interventi per ridurre i sintomi. Importante è utilizzare prodotti per l’igiene e la cosmesi adatti, privi di alcol, amamelide, acetone, mentolo, menta, eucalipto e profumi. Utilizzare sempre un’adeguata protezione solare ed evitare sport che sottopongano a sforzi eccessivi. Inoltre sarebbe utile stare attenti a non assumere alcolici, bevande calde e cibi molto caldi o speziati.

Fondamentale è che, chi è affetto da questo disturbo, utilizzi detergenti poco aggressivi e mantenga sempre la pelle molto idratata. Per quanto riguarda il make-up sarebbero da preferire fondotinta oil-free applicati con il pennello per evitare lo sfregamento della spugnetta oppure  fondotinta minerali, polveri a base di biossido di titanio, ossido di zinco, mica ,bismuto ossicloruro e nitruro di boro con l’aggiunta di ossidi di ferro. Questi fondotinta minerali devono essere privi di talco che risulta irritante.

Anche per la fotoprotezione sono da preferire i prodotti con schermi minerali.

Esistono diversi farmaci per uso topico utili a ridurre i sintomi della rosacea, diversi in base alla gravità del disturbo. Si utilizza la brimonidina tartrato in gel per combattere l’eritema, il metronidazolo e l’acido azelaico sempre in creme o gel nelle forme di media gravità, mentre se ci sono papule o pustole si ricorre ad antibiotici anche per via sistemica.

Leave a Reply