The verde e teanina: proprietà benefiche sulle funzioni cognitive

Il ttè-verdehe verde contiene un’elevata concentrazione di polifenoli idrosolubili e di pseudoalcaloidi, sostanze ricche di azoto, di natura anfotera, che possono essere generalmente ben solubilizzate in acqua a caldo (caffeina, teobromina, teofillina, xantina e altre), i cui effetti stimolanti sul sistema nervoso sono stati ampiamente documentati.

Si tratta di sostanze eccitanti sia a livello cardiocircolatorio, in quanto provocano un incremento della pressione arteriosa, accompagnato da sensazione di tachicardia, sia, appunto, a livello del sistema nervoso centrale (SNC), dove determinano un aumento dello stato di veglia e una diminuzione del senso di fatica. È proprio in virtù di tali proprietà stimolanti che la caffeina, ad esempio, trova largo impiego nella formulazione di integratori alimentari volti a migliorare le prestazioni fisiche e mentali di soggetti in condizioni di stress, stanchezza e carenza di energia.

STUDI CLINICI SUGLI EFFETTI DEL THE VERDE IN SOGGETTI CON DEFICIT COGNITIVO

Sempre in relazione all’azione tonica e stimolante di questa categoria di sostanze, uno studio coreano si è occupato di valutare gli effetti dell’assunzione di the verde e teanina sul miglioramento delle funzioni cognitive dell’uomo.
Datte_verdea la difficoltà di raggiungere attraverso l’assunzione della semplice bevanda a base di the verde concentrazioni significative di teanina (100-200 mg/giorno), dal momento che questa costituisce solo l’1-2% del peso secco delle foglie di the, i partecipanti allo studio sono stati trattati 2 volte al giorno con un preparato commerciale a base di the verde e teanina corrispondente a una dose giornaliera di 1440 mg di estratto di the verde e 240 mg di L-teanina.
Lo studio coreano ha coinvolto 91 partecipanti con diagnosi di deficit cognitivo medio, assegnati in modo randomizzato al gruppo trattato o al gruppo controllo. Al termine del periodo di assunzione, pari a 16 settimane, i soggetti sono stati sottoposti a diversi test neuropsicologici al fine di valutare gli effetti del composto su memoria e livello di attenzione.

I risultati hanno dimostrato l’efficacia dell’estratto di the verde e L-teanina nel migliorare le prestazioni mnemoniche dei soggetti trattati. In particolare, sono stati riscontrati incrementi significativi nella memoria verbale e visuo-spaziale, mentre i miglioramenti sono solo marginali se si considera il parametro dell’attenzione. (1)

… E IN SOGGETTI SANI

Le proprietà benefiche della teanina sulle funzioni cognitive sono state indagate anche in individui dotati di normali funzioni cerebrali. A tal proposito, uno studio giapponese ha inteso valutare gli effetti di tale composto sull’attenzione e sui tempi di reazione in studenti universitari sani, considerando la loro elevata o minore inclinazione a soffrire di stati ansiosi.

Dai risultati emerge che negli studenti soggetti a forti stati ansiosi l’assunzione di 200 mg di L-teanina aumenta significativamente la produzione cerebrale di onde alfa, tipiche della veglia ad occhi chiusi e degli istanti precedenti l’addormentamento, riduce la frequenza cardiaca, migliora l’attenzione agli stimoli visivi e riduce i tempi di reazione rispetto ai membri del gruppo controllo. (2)

(1): S-K. Park, I-C. Jung, W.K. Lee, Y.S. Lee, H.J. Go, et al. A Combination of Green Tea Extract and l-Theanine Improves Memory and Attention in Subjects with Mild Cognitive Impairment: a Double-Blind Placebo-Controlled Study, Volume 14, edizione 4 2011, pag. 334-343

(2): A. Higashiyama, H.H. Htay, M. Ozeki, L.R. Juneja, M.P. Kapoor, Effects of L-theanine on attention and reaction time response, pubblicato on line prima della stampa, doi: 10.1016/j.jff.2011.03.009

Don`t copy text!