Arriva l’autunno , come aumentare le difese immunitarie con l’alimentazione

foto difese immunitarieIl sistema immunitario può essere considerato come una macchina perfetta, creata per difenderci contro possibili attacchi esterni da parte di agenti patogeni. Tuttavia, le nostre difese immunitarie possono anche indebolirsi, rendendo l’organismo più vulnerabile a malattie e infezioni.

L’inverno, ad esempio, è la stagione dell’anno in cui siamo maggiormente esposti alle malattie e in cui l’attività del nostro sistema di difesa viene maggiormente sollecitata. Stress, patologie, abuso di medicinali e fattori ambientali possono indebolirci.

In queste occasioni, dobbiamo essere pronti ad aiutare e rafforzare il nostro organismo. Vediamo come.

Inanzitutto bisogna curare l’alimentazione, per garantire il giusto apporto di vitamine e minerali. Un’alimentazione corretta ed equilibrata in macro e micronutrienti può aiutare a combattere le influenze stagionali. Per questo la dieta va arricchita con alimenti che contengono buone dosi di antiossidanti, come alcuni minerali e vitamine che aumentano le difese dell’organismo e aiutano anche a mantenere un buon funzionamento dell’intestino.

La Vitamina A, E e soprattutto la C sono ottimi antiossidanti; quest’ultima ha anche un’azione antinfiammatoria, aumenta le difese dell’organismo e lo protegge dalle infezioni provocate da virus e batteri. Bastano piccole quantità di vitamina C (60 milligrammi al giorno) per rinforzare il sistema immunitario. Questa vitamina favorisce inoltre l’assorbimento del ferro, soprattutto quello contenuto nella verdura.

Ferro e Zinco sono due minerali fondamentali per il corpo e per il buon funzionamento delle difese immunitarie. Lo Zinco, ad esempio, è un nutriente essenziale perché stimola la produzione di anticorpi, che è legata anche all’assunzione del Ferro.

Anche il Selenio ha un’importante funzione antiossidante e contribuisce ad aumentare le difese immunitarie migliorando la produzione di anticorpi. La sua azione risulta potenziata in associazione alla vitamina E.

Si consiglia di consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura fresca al giorno, in particolare agrumi, kiwi, peperoni, pomodori, broccoli, cavolo e verza. Anche i condimenti e le spezie con cui insaporiamo i cibi possono riservare molti benefici: aglio e cipolla utilizzati nella preparazione dei piatti, oltre ad essere ricchi di vitamine e sali minerali, hanno proprietà antisettiche, fluidificano ed aiutano ad eliminare il catarro. Le spezie, come curry, paprica e peperoncino, sono fonti di acido acetilsalicilico, un importante principio attivo antinfiammatorio. Inoltre le spezie hanno un’azione vasodilatatoria che favorisce la sudorazione e la stabilizzazione della temperatura corporea. Un’altra buona abitudine è usare il limone per condire le pietanze in quanto facilita l’assorbimento del ferro presente negli alimenti, che a sua volta potenzia le difese naturali contro raffreddore, mal di gola e tosse.

Non va dimenticata l’importanza dei liquidi. Oltre all’acqua, si possono assumere bevande calde, come infusi e tisane ricche di vitamine e flavonoidi. Anche il brodo, o le zuppe, se sufficientemente caldi, creano vasodilatazione e beneficio per le vie aeree superiori irritate, con effetto fluidificante .  Si consiglia anche l’uso di probiotici e prebiotici che, equilibrando la flora batterica intestinale, migliorano le funzionalità dell’organismo e potenziano le difese immunitarie. Sono presenti nello yogurt e nei vegetali (es. aglio, cipolla, pomodoro, carote, cicoria, orzo, segale, avena, ecc.). La vitamina E si trova soprattutto nell’olio d’oliva e in altri oli vegetali (arachidi, soia, mais, girasole ecc.), germe di grano, noci. Sono ricche di sostanze antiossidanti anche il latte e i latticini in particolare di zinco, selenio e vitamina A.

Ovviamente si possono aumentare le difese immunitarie anche adottando uno stile di vita più salutare. Come prima cosa cercate di dormire almeno otto ore a notte poiché non riposare a sufficienza porta a problemi di concentrazione e quindi a un possibile cedimento delle difese immunitarie. In più il sonno da al nostro organismo il tempo di ricostruire i globuli bianchi, indispensabili per contrastare le infezioni.

Altra cosa da evitare è lo stress, o meglio lo stress nella sua forma cronica che può causare un indebolimento delle nostre difese immunitarie; per tale ragione, quando si sta attraversando un periodo particolarmente stressante, si consiglia di cercare di controllare o di minimizzare la fonte di stress. In ultimo le difese immunitarie possono essere rafforzate anche con l’allenamento; per la precisione le persone che svolgono regolarmente attività fisica hanno anche maggiormente sotto controllo la propria alimentazione, riuscendo in questo modo ad apportare all’organismo tutte le risorse di cui questo ha bisogno.

 

 

Don`t copy text!