Flibanserina: il “viagra” rosa

Oggi vorrei fare un po’ di chiarezza sulle notizie apparse di recente sull’ok alla commercializzazione della flibanserina, soprannominata il “viagra rosa”. pink

In realtà non centra nulla con il “viagra” azzurro per i signori: quello classico funziona come vasodilatatore per disfunzioni erettili, mentre questo farmaco agisce a livello celebrale. In realtà la patologia che si vuole andare a correggere è il disordine ipoattivo del desiderio sessuale, conosciuto come HSDD (Hypoactive Sexual Desire Disorder) ed è definito come una riduzione od assenza del desiderio, delle fantasie sessuali, e delle attività correlate, con evidentemente pessime conseguenze nella sfera privata e di coppia dei soggetti interessati. Le donne coinvolte nei test, più suscettibili alla patologia, sono quelle in premenopausa: la ricerca alla base di questo articolo, svolta in America, ne indica come potenzialmente coinvolte circa il 10%.
Per diagnosticare l’HSDD occorre che la donna sia svincolata da altri problemi, come la depressione, l’utilizzo di farmaci, oppure di condizioni patologiche preesistenti.
Il medico per effettuare la diagnosi del HSDD deve poter accedere al passato completo della paziente, dalla sua vita sessuale, a quella psichiatrica e medica.
La causa biologica di HSDD sembrerebbe essere riferita ad un sbilanciamento delle attività eccitatorie ed inibitorie che sono regolate dal Sistema Nervoso Centrale. La dopamina e norepinefrina sono stati identificati come fattori eccitatori, mentre la serotonina (recettori 5-HT) ha un effetto inibitore. Qua entra in gioco il farmaco, la flibanserina che è un agonista sul recettore post-sinaptico 5-HT1a; sarebbe coinvolto anche il recettore 5-HT2a i quali sono risultati attivi nella regolazione dei livelli di dopamina e norepinefrina, ed indurrebbero un transitorio decremento della serotonina in determinate aree cerebrali.

Effetti collaterali

Durante i trial clinici con l’uso di flibanserina sono stati riportati casi di sonnolenza, vertigini e nausea. I dati del trial qui riportati sono stati effettuati su un campione di 1000 donne, trattate metà con placebo e metà con il farmaco. I casi di eventi avversi gravi sono stati 6, di cui 2 da placebo e 4 dal farmaco. Lo studio è durato 24 settimane al termine del quale il miglioramento del desiderio e della soddisfazione sessuale è stato rilevato nettamente superiore in coloro che hanno ricevuto il farmaco invece del placebo.

Per dirla in breve…

Il trattamento con la flibanserina ha il potenziale per aumentare il desiderio sessuale e ridurre le ansie legate al disturbo senza gravi effetti collaterali durante l’uso per le 24 settimane del trial.
Al momento in Europa il farmaco non è ancora reperibile, secondo alcune notizie apparse sul web si parla da ottobre, comunque appena arriverà sarà nostra premura comunicarvelo.

Per qualunque approfondimento o domanda lasciate un commento.pink-viagra-heart

Don`t copy text!