Gonfiore e ritenzione idrica durante il ciclo mestruale

L’organismo femminile è legato ai ritmi ormonali che regolano gli equilibri del corpo: uno di questi è il peso. Non a caso un periodo critico è quello in cui compare il flusso, in cui capita spesso di sentirsi appesantite e di soffrire di ritenzione idrica. Da un lato ci si sente più gonfie e dall’altro si ha più fame e voglia di dolci. Ecco cosa fare.

Cibo e umore In quei giorni il nostro peso e il nostro umore sono in continuo cambiamento: le donne sono più nervose, irritabili, stanche e deboli. Per questo motivo è fondamentale una corretta alimentazione, fatta di sostanze che regalano benessere, energia, ma senza compromettere la linea. Per prima cosa bisogna dare un corretto ritmo all’alimentazione facendo sempre colazione, pranzo, merenda e cena. Gli orari sono importanti e dovrebbero essere il più possibile regolari; bisognerebbe separare, inoltre, i carboidrati dalle proteine dividendoli nel corso della giornata. Pane, pasta, riso andrebbero consumati a pranzo, mentre per cena sono da preferire le proteine di carne e pesce. Effetto drenante Durante le mestruazioni è facile sentirsi gonfie a causa dell’abbassamento del livello del progesterone, l’ormone che influisce sul sistema linfatico, sulla microcircolazione e sulla funzione della tiroide. In questo modo aumenta la ritenzione idrica e il senso di pesantezza agli arti inferiori e al ventre. Per eliminare l’accumulo di liquidi bisogna bere molto e mangiare frutta e verdura. Il sale andrebbe eliminato o comunque ridotto dalla nostra cucina, e andrebbero evitate carni rosse, insaccati e grassi, che appesantiscono e rallentano la digestione. Passione per i dolci Molte donne durante il ciclo avvertono una maggiore propensione per gli alimenti dolci, pizze e pane. Queste voglie sono causate da piccole crisi ipoglicemiche, dove il livello degli zuccheri nel sangue cala più frequentemente. Gli alimenti dolci e quelli a base di farine bianche offrono una falsa soluzione: risollevano la glicemia, che però scende di nuovo rapidamente. Perciò se si ha voglia di uno spuntino è meglio scegliere i cereali integrali, carboidrati complessi in cui gli zuccheri hanno un rilascio più lento. Il desiderio di dolce può essere appagato anche con certi frutti come l’ananas. Infine è concesso un quadratino di  cioccolato fondente al giorno. Più serene e meno gonfie Per contrastare l’umore negativo e il senso di pesantezza è consigliato il magnesio , che migliora la resistenza alla fatica e la vitamina B6, coinvolta nella sintesi di alcuni neurotrasmettitori. Contro l’irritabilità sono indicate le tisane di tiglio, melissa e passiflora. Le vitamine (C, E) riducono il senso del gonfiore al seno, alle gambe, e sono potenti antiossidanti. Bene l’acquisto in farmacia di preparati in pastiglie o bevande che contengano piante che aiutano a sgonfiare, come betulla, equiseto, gambo d’ananas, pilosella.

 

 

 

Don`t copy text!