Sarà maschio o femmina?

Da tempo immemore i genitori sognano di poter concepire un figlio del sesso desiderato, ma purtroppo o per fortuna, ad oggi non ci sono metodi o strategie adatte allo scopo e il sesso del nascituro rimane un’incognita a meno che non si ricorra ad indagini preimpianto, quando si utilizzano tecniche di fecondazione assistita.
Il sesso del nascituro è determinato dal cromosoma X o Y contenuto nello spermatozoo che riesce a fecondare l’ovocita.
Il sesso, nell’uomo, è infatti determinato dalla coppia di cromosomi sessuali. Se la coppia è XX l’individuo è femmina mentre se è XY l’individuo è maschio.
L’ovocita porta sempre e solo un cromosoma X di provenienza materna mentre lo spermatozoo può portare un cromosoma X o un cromosoma Y. Sarà il cromosoma portato dallo spermatozoo a determinare il sesso del nascituro.
Questa è la verità scientifica.
Ma sarà possibile favorire lo spermatozoo che porta il cromosoma Y o quello che porta il cromosoma X
così da avere maggiori probabilità di concepire un maschio o una femmina?
Ci sono diverse teorie, ma nessuna è dimostrata scientificamente. Alcuni sono metodi tramandati dalla tradizione senza alcun fondamento reale.
La prima teoria si basa sul fatto che gli spermatozoi con il cromosoma Y sarebbero più veloci, ma meno resistenti di quelli con il cromosoma X e che quindi per concepire un maschio bisognerebbe avere rapporti il giorno dell’ovulazione mentre per avere una femmina sarebbe meglio averli prima o dopo tale giorno. In realtà gli studi su grandi numeri hanno dimostrato che questa teoria non funziona.
Tutte le altre teorie sono del tutto infondate e non hanno basi scientifiche, sia quella secondo cui l’alimentazione influenzerebbe il sesso del concepito, sia quella per cui sarebbe la temperatura ad avere influenze. Ancor più assurdi sono i calcoli fatti in base ad un calendario cinese, ritrovato in una tomba, secondo cui incrociando mese del concepimento ed età materna, al momento del concepimento, sarebbe possibile stabilire il sesso del nascituro.
La probabilità di concepire un maschio o una femmina resta del 50% per ogni concepimento e i genitori non possono fare nulla per favorire la nascita di un maschietto o di una femminuccia.

Don`t copy text!