Unguento balsamico

In un periodo come questounguento balsamico, invernale, in cui si è maggiormente esposti a condizioni ambientali offensive per le vie respiratorie (ambienti chiusi e secchi, luoghi affollati, esposizione al fumo, inquinamento urbano e soprattutto sbalzi di temperatura), accade spesso che queste ultime siano irritate e/o ostruite dalla presenza di muco eccessivo. In tali condizioni, erbe balsamiche in forma di oli essenziali o estratti vegetali, come eucalipto, menta, timo, inserite in molte preparazioni liquide per uso orale, quali gocce, spray e sciroppi, contengono principi attivi in grado di dare sollievo a naso, gola e torace, di fluidificare le secrezioni bronchiali facilitandone l’espettorazione. Tali sostanze vengono anche veicolate in preparazioni semisolide per applicazione cutanea come gli unguenti, sempre con un’azione rinfrescante e antisettica delle vie respiratorie.

Gli unguenti balsamici sono unguenti che emulsionano acqua. La base classica solitamente impiegata è la vaselina, una miscela eterogenea di oli pesanti e di idrocarburi paraffinici saturi, sia solidi che liquidi, ricavata dai residui del petrolio. In quanto derivato dal petrolio, è facilmente comprensibile come la vaselina sia insolubile in acqua. Pertanto, dovendo veicolare sostanze idrofile è necessaria la presenza di un opportuno agente emulsionante A/O (acqua in olio) come la lanolina. Si tratta di una sostanza secreta dalle ghiandole sebacee della pecora, dal cui vello viene estratta con un lavaggio in acqua calda e con particolari detergenti. Essa è costituita per la maggior parte da esteri di acidi grassi a lunga catena. Il resto è dato da alcoli grassi e acidi grassi liberi: porzione responsabile della capacità emulsionante A/O. La lanolina, infatti, è in grado di inglobare una certa quantità di acqua senza perdere consistenza.
Dalla fusione a bagno maria di vaselina e lanolina si ottiene la lanovaselina, che va a costituire l’unguento base in cui vengono incorporati i principi attivi.

Canfora, eucaliptolo e mentolo unguento (F.U.XI), 25 g (Unguento balsamico per adulti)

  • Canfora 4 g
  • Eucaliptolo 2 g
  • Mentolo 0,5 g
  • Lanovaselina unguento base q.b. 100 g

Si uniscono mentolo e canfora su piastra e, a liquefazione avvenuta, si aggiunge l’eucaliptolo. Si incorpora la miscela così ottenuta nell’unguento base, lavorando su piastra fino ad omogeneizzazione completa.

L’eucaliptolo e il mentolo sono i principi attivi contenuti rispettivamente nell’olio essenziale di eucalipto e in quello di menta. Sono entrambi monoterpeni ciclici con attività simile, in particolare il primo è noto per l’attività anticatarrale ed espettorante, il secondo per le sue proprietà antisettiche, spasmolitiche ed anestetiche locali. Anche la canfora è una sostanza monoterpenica ciclica, a temperatura ambiente si presenta come una sostanza bianca, volatile e cristallina, dal caratteristico odore penetrante, e si ottiene per distillazione del legno e delle radici di Cinnamomum camphora, un albero sempreverde alto fino a 40 metri e tipico delle coste del sud-est asiatico. La canfora è nota per la sua attività revulsiva-rubefacente, antimicrobica ed analgesica locale, tuttavia, la sua potenziale tossicità ne ha limitato l’impiego anche in pomate ed emulsioni per uso esterno. Essa può, infatti, determinare avvelenamenti, anche mortali, per ingestione, soprattutto in bambini ed anziani e, anche se più difficilmente, per applicazione topica (specie su cute non integra). Tra i componenti neurotossici sono annoverati anche il mentolo per la sua forte azione irritativa e recettoriale (a livello dei recettori del freddo) e l’eucaliptolo, ma solo a concentrazioni molto elevate e per ciò che riguarda l’assunzione per via orale! Tuttavia, è bene usare cautela anche con i prodotti per uso esterno contenenti queste sostanze, soprattutto quando si ha a che fare con bambini molto piccoli (età inferiore ai 2 anni). Per tale motivo, la composizione dell’unguento sopracitato è specificatamente indicata per gli adulti, in particolare a causa della presenza di canfora.

Don`t copy text!