Raffreddore : i rimedi

foto rimedi x raffreddoreIl modo migliore per proteggersi dall’eventualità di troppi raffreddori consiste nell’avere efficienti difese immunitarie. Sane abitudini di vita e un’adeguata alimentazione possono contribuire a mantenere l’organismo in buona salute e a prevenire il raffreddore. Il primo consiglio da seguire è quello di concedersi un po’ di riposo fin dalla comparsa dei primi sintomi, mettendosi al caldo sotto le coperte. Poi, per favorire la respirazione, è bene regolare la temperatura e l’umidità dell’ambiente in cui si vive, evitando un clima troppo caldo o secco, per esempio umidificando la stanza con una vaschetta d’acqua o un asciugamano bagnato sui termosifoni. L’aria va cambiata ogni giorno. E ancora altri rimedi al raffreddore sono:

  • bere molti liquidi per mantenere una giusta idratazione del corpo: quando siamo raffreddati sudiamo di più e perdiamo più liquidi; vanno bene anche succhi di frutta, tè e spremute
  • preferire cibi leggeri, privilegiando frutta e verdura ricche di vitamina C (le comuni spremute d’arancia) che rafforza le nostre difese immunitarie
  • inalare sostanze balsamiche disciolte in acqua bollente
  • fare gargarismi per alleviare l’irritazione della gola
  • soffiarsi spesso il naso per evitare il ristagno prolungato delle secrezioni nel naso e nella faringe
  • evitare il fumo di sigaretta che indebolisce le difese
  • non trascurare l’igiene personale; utilizzare acqua tiepida e riscaldare l’ambiente prima di farsi il bagno
  • rimangono sempre validi i rimedi al raffreddore della nonna, quindi, per rafforzare il sistema immunitario, bere una tazza di latte caldo con due cucchiaini di miele.

Rimedi per il Raffreddore
Per la cura del raffreddore, non necessariamente è indispensabile assumere farmaci specifici : in genere, la malattia regredisce spontaneamente in pochi giorni. Ad ogni modo, la guarigione può essere velocizzata dall’assunzione ponderata di alcune specialità medicinali:

  1. Decongestionanti nasali : a base di efedrina, fenilefrina, xilometazolina, pseudoefedrina, oximetazolina, nafazolina)
  2. Farmaci per abbassare la febbre : paracetamolo (stachipirina,efferalgan ), Ibuprofene (es. brufen,moment ) oppure scegliere un farmaco che contenga in associazione i principi attivi di antipiretici, antistaminici e vasocostrittori (come l’Actigrip, a base di paracetamolo, triprolidina e pseudoefedrina), da assumere in compresse o sciroppo.
  3. Antitussivi: nel caso il raffreddore fosse accompagnato anche da tosse. I farmaci più utilizzati a tale scopo sono: destrometorfano (es. Aricodiltosse) e bromexina (es. Bisolvon Linctus )
  4. Vitamina C : discutibile l’effetto benefico della vitamina c ad alte dosi (2-10 grammi die, preferibilmente divisi in più dosi) per la cura del raffreddore

L’aspirina non dovrebbe mai essere somministrata ai bambini di età inferiore ai 16 anni perché tale uso potrebbe aumentare il rischio di contrarre la sindrome di Reye, una malattia rara ma così grave da rivelarsi talvolta letale.

Tra i modi migliori per alleviare il disagio provocato dal raffreddore in bambini ed adulti si possono usare:

  • lavaggi delle narici con acqua fisiologica per alleviare la congestione nasale (sono in vendita in qualsiasi farmacia e vengono anche definite gocce nasali di soluzione salina),
  • un umidificatore per aumentare l’umidità dell’aria,
  • unguenti balsamici per i bimbi più grandi e gli adulti,
  • caramelle disinfettanti per alleviare il mal di gola (per i bambini di età superiore ai 3 anni e gli adulti),
  • un bagno caldo o una borsa dell’acqua calda per alleviare i dolori,
  • vapori caldi per facilitare la respirazione.

Ottimi anche i suffumigi, veri e propri toccasana contro naso chiuso e raffreddore ( con il bicarbonato di sodio , l’olio di eucalipto, il sale grosso )

Ricordare inoltre che:

  • Il raffreddore e la congestione nasale si combattono anche a tavola quindi non fatevi mai mancare almeno spremuta d’arancia ricca di vitamina C, tanta frutta fresca e tanta verdura.
  • Limitare invece il consumo di latticini e alcolici: questi ultimi possono provocare disidratazione e aumentare la secchezza delle cavità nasali. Privilegiare le tisane e le zuppe calde.
  • Infine, assicurarsi che vi sia un giusto grado di umidificazione in casa. L’aria eccessivamente secca non fa bene al raffreddore e al naso chiuso.

Rimedi naturali

Contro il raffreddore la natura la natura propone diversi rimedi naturali da provare, anche perché di solito un raffreddore dura dai tre ai dieci giorni, e i sintomi sono molto acuti all’incirca per i primi tre giorni. Non si tratta quindi, come noto a tutti, di un’affezione molto grave, ma la sua fase acuta iniziale può essere molto fastidiosa e talvolta costringere il paziente a restare a letto, soprattutto se la tosse e la febbre persistono o sono particolarmente ostinate.

Alcune piante utilizzate per fluidificare ed eliminare le secrezioni nasali contengono oli essenziali ad azione balsamica e principi attivi con azione decongestionante la mucosa nasale; altre sono dotate di azione antistaminica, utile nelle manifestazione allergiche che colpiscono le vie aeree superiori.

  • Elicriso : (Helichrysum italicum), le sommità fiorite sono utilizzate in fitoterapia nel trattamento delle allergie, che colpiscono le vie aeree e i tessuti cutanei e nelle affezioni dell’apparato respiratorio sia di tipo allergico che infettivo. I suoi principi attivi nella loro azione sinergica conferiscono alla pianta proprietà antistaminica, antinfiammatoria, espettorante e antibatterica.
  • Echinacea : (Echinacea angustifolia) ,proprietà stimolanti e di potenziamento del sistema immunitario , soprattutto contro le malattie da raffreddamento, batteriostatiche e virustatiche, antinfiammatorie sottoforma di tisane,sciroppo e compresse
  • Piantaggine : (Plantago lanceolata) le sue foglie sono dotate di proprietà espettoranti, antibatteriche, antinfiammatorie, antiallergica e decongestionante. Viene perciò utilizzata efficacemente negli stati infiammatori della cute e delle mucose, che rivestono naso, bocca, gola e vie respiratorie in genere, in caso di raffreddore, tosse, allergia, sinusite e rinite allergica.
  • Eucalipto : (Eucalyptus globulus) le sue foglie decongestionano, sfiammano e calmano l’irritazione delle mucose nasali, fluidificano il catarro su cui esercitano azione espettorante, cioè facilitano l’espulsione del muco. La pianta è utilizzata in caso di raffreddore, mal di testa causato da sinusite, rinite e tosse.
  • Propoli : attività antibatterica ,antimicrobica, antivirale
  • Sambuco: (Sambucus nigra), i fiori svolgono azione sudorifera ed antinfiammatoria ed emolliente, attenuando lo stato di infiammazione della mucosa nasale. Quindi la pianta è in caso di disturbi da raffreddamento, con febbre, negli stati influenzali, sinusiti e raffreddori da fieno anche dei bambini.

Tra i gemmoderivati ricordiamo la rosa canina ( Rosa Canina ) , rimedi per rinofaringiti, tracheobronchiti ,tonsilliti  (anche quelle recidivanti dell’infanzia), efficacemente impiegata per alzare le difese immunitarie, anche nei bambini e neonati; e l’ontano nero (Alnus glutinosa), attivo in tutte le sindromi infiammatorie caratterizzate da produzione di muco, qualunque sia il tessuto compromesso. Quindi, è indicato come decongestionante nei processi flogistici e suppurativi delle mucose nasali e nelle forme croniche di rinite e sinusite.

Rimedi omeopatici

Aconitum napellus 30CH: fase iniziale di un raffreddore con esordio improvvisoe violento. Questo tipo di raffreddore insorge in seguito ad esposizione ad aria o vento freddo o secco oppure shock e forte spavento. Per essere efficace deve essere assunto entro 24 ore dall’insorgenza del raffreddore con questa tipologia di sintomi. Il raffreddore da Aconitum può essere accompagnato da tosse secca e metalica ad esordio improvviso. Le secrezioni nasali sono calde e acquose. Allium cepa 30CH: secrezione nasale abbondante ed acquosa che gocciola come “un rubinetto”. Secrezioni nasali irritanti che provocano sensazione di bruciore alle narici ed al labbro superiore. Occhi e naso lacrimano e bruciano come se si stesse affettando una cipolla. Arsenicum album 30CH: starnuti e secrezioni nasali acquose irritanti e brucianti. Sensazione di naso chiuso o tappato ma con produzione di secrezione acquosa. E’ estremamente freddoloso, brividi freddi lungo la schiena. Kalium bichromicum 30CH: secrezioni nasali intense, filamentose, di colore giallo-verde. Sensazione di pressione in corrispondenza dei seni paranasali e dolori alla radice del naso. Questo tipo di raffreddore spesso si evolve in sinusite. Mercurius 30CH: secrezioni nasali profuse di colore verde-giallastro. Alito, sudorazione e secrezioni maleodoranti, sapore metallico in bocca. La lingua è ricoperta da una patina biancastra. Natrum muriaticum 30CH: secrezioni nasali dense simili all’albume d’uovo. All’inizio le secrezioni sono liquide profuse, poi si bloccano con conseguente congestione. Spesso questo tipo di raffreddore è accompagnato dalla comparsa di herpes labiale sul labbro superiore. Nux vomica 30CH: raffreddore caratterizzato da una generale congestione con sensazione di ostruzione (soprattutto nelle ore serali) che si alterna a secrezioni liquide profuse durante il giorno. Spesso questo tipo di raffreddore si manifesta in seguito ad un periodo stressante di lavoro o studio oppure in conseguenza ad un eccesso alimentare (consumo eccessivo di bevande alcoliche o cibi troppo grassi e speziati).

 

 

 

Protezione Copyright Attivata!