Ora solare , gli effetti sulla salute

foto ora solareQuesta notte , fra sabato 25 e domenica 26 ottobre,  lancette indietro di sessanta minuti : torna l’ora solare.

Il passaggio, secondo gli esperti, porterà con sé insonnia, inappetenza, spossatezza, fatica nella concentrazione e flessione del tono dell’umore. Invece di permettere un maggior riposo, grazie allo spostamento delle lancette un’ora indietro, il cambio farà soffrire oltre 12 milioni di italiani, con notevoli disagi dal punto di vista del benessere fisico ed emotivo.

I sessanta minuti di sonno in più saranno quindi deleteri per la salute degli italiani e gli effetti negativi colpiranno i “gufi”, le persone che prediligono coricarsi alle ore piccole, e soprattutto le “allodole”, che amano godersi le prime ore di luce del giorno.

Secondo l’esperto psichiatra Michele Cucchi, direttore sanitario del centro medico Sant’Agostino di Milano, queste conseguenze trovano una spiegazione nella cronobiologia di alcuni nostri processi fisici e mentali: “Le attività ormonali e cerebrali che regolano il sonno e le malattie dell’umore hanno una ritmicità sia giornaliera che mensile e annuale” ha spiegato, effetti che “sono in buona parte modulati dalla quantità di luce che riusciamo a raccogliere nella giornata”. L’effetto del cambio di orario sulle persone può variare molto da persona a persona. I sintomi più frequenti sono irritabilità, stanchezza, fatica nella concentrazione, flessione del tono dell’umore.

A risentirne di più del cambio dell’ora legale saranno le persone più mattiniere. Le minori ore di luce incideranno sull’umore, perché la luce aiuta il cervello a secernere la serotonina, l’ormone del buonumore. Il cambiamento d’ora inciderà di meno sugli anziani, perché sono i più resistenti alla riduzione delle ore di sonno e riescono a rendere meglio anche quando dormono poco.

E’ importante mettere la sveglia sempre alla stessa ora anche durante il fine settimana. Oppure può essere utile lasciare le tapparelle alzate ed essere svegliati dalla luce del sole. Inoltre sarebbe opportuno non mangiare troppo tardi la sera ed evitare cene pesanti, per riuscire a dormire meglio.

Inoltre – ha avvertito lo psichiatra Michele Cucchi – “per chi soffre di ansia e depressione, si riscontra un peggioramento dei sintomi proprio in questo periodo dell’anno”.

Persone particolarmente sensibili a questi cambiamenti possono giovare di una specifica terapia naturale che consiste nella risincronizzazione dei ritmi circadiani mediante esposizione, in determinate fasce orarie della mattina, a luce brillante indotta da specifiche lampade, che permettono di generare una sorta di alba artificiale.

 

Don`t copy text!