Sinusite nei bambini

La sinusite è un’infiammazione dei seni paranasali causata da un’infezione batterica o virale, è abbastanza diffusa tra i bambini ed è spesso la complicanza di un raffreddore. I seni paranasali si distinguono in seni etmoidali, seni mascellari, seni frontali e seni sfenoidali. L’infiammazione può colpirli tutti o solo alcuni.

La congestione dei seni, causata da raffreddore o allergie, può ostruire gli osti ossia i fori attraverso cui il catarro viene drenato e quindi il catarro che ristagna diventa e terreno di proliferazione batterica o virale con conseguente infezione.

Si parla di sinusite acuta se dura da 2 a 3 settimane, cronica invece se dura oltre le 3 settimane e ricorrente se si ripresenta 3-4 volte in un anno.

I bambini vanno più frequentemente incontro alla sinusite perchè è più frequente che abbiano infezioni a carico delle vie aeree superiori come il raffreddore, queste infezioni provocano la chiusura degli osti dei seni paranasali con proliferazione di batteri al loro interno. Inoltre i bambini più piccoli faticano a liberare il naso. Anche chi soffre di fenomeni allergici o di adenoidi ingrossate è più esposto alla sinusite e di solito sono i bambini ad avere questi problemi. Esiste anche una predisposizione genetica allo sviluppo di sinusiti.

Dopo i 7-8 anni, come negli adulti, la sinusite può essere causata da problemi anatomici come un setto nasale deviato che limita il drenaggio delle secrezioni nasali.

Se i sintomi di un raffreddore, in particolare la congestione nasale,durano più di 7 giorni si può pensare si tratti di sinusite. Altri sintomi sono febbre, cefalea soprattutto al risveglio con dolore in una zona precisa che corrisponde al seno infiammato, alito cattivo e tosse soprattutto notturna dovuta alla discesa del catarro nella trachea e nei bronchi. La diagnosi si fa con un’endoscopia nasale per rilevare le secrezioni caratteristiche.

CURA

Nella maggior parte dei casi la sinusite si risolve da sola, con l’aiuto dei lavaggi nasali e dell’areosol con soluzione salina ipertonica. Se invece è più grave o si associa a otite media catarrale o ad asma si somministrano antibiotici per una decina di giorni.

Si usano l’amoxicillina o le cefalosporine di terza generazione.

E’ bene assicurarsi che la sinusite acuta si sia risolta per evitare di avere sinusiti croniche con sintomi meno marcati e cura più complicata.

La sinusite raramente può avere una complicanza che richiede la somministrazione endovena di antibiotici e cortisonici, è la cellulite orbitale. L’infiammazione dei seni etmoidali porta ad un’infiammazione dei tessuti intorno all’occhio e si ha un’importante tumefazione dell’occhio che appare rosso, dolente ed ingrossato, con febbre e malessere generale.

CONSIGLI

E’ importante specie nei bambini fino ai quattro, cinque anni fare lavaggi nasali quotidiani con soluzione fisiologica al fine di liberare il naso ed impedire il ristagno delle secrezioni nasali.

Don`t copy text!