Ricerca di gravidanza

Sei alla ricerca di una gravidanza?

Per ottenerla al più presto è bene che tu conosca il tuo corpo ed in particolare il tuo ciclo mestruale.

In questo modo potrai conoscere i tuoi giorni fertili ed imparerai a percepire i segnali che ti invia il tuo organismo, il che sarà utilissimo anche durante la gravidanza ed il parto.

Il ciclo mestruale è composto da diverse fasi ed è sotto controllo di ipotalamo ed ipofisi. L’ipotalamo è una regione del cervello che secerne un ormone il GnRh che stimola l’ipofisi a produrre LH ed FSH gli ormoni che agiscono sulle ovaie stimolando a loro volta la liberazione di estrogeni e progesterone.

Un ciclo mestruale regolare dura dai 26 ai 28 giorni con molte variabili individuali.

Il ciclo mestruale e composto da:

  • mestruazione periodo che vede lo sfaldamento dell’endometrio uterino con conseguente flusso di sangue che dura dai 3 ai 6 giorni
  • fase follicolare che inizia dal secondo giorno di flusso e che vede la maturazione dei follicoli ovarici contenenti l’ovocita.
  • fase ovarica in cui avviene lo scoppio del follicolo con la liberazione dell’ovocita che viene catturato dalle tube
  • fase luteinica che dura 14 giorni, in cui l’utero sotto l’azione degli ormoni prodotti dal follicolo che si è trasformato in corpo luteo, si ispessisce e aumenta la sua temperatura per ospitare un’eventuale gravidanza.

Se si instaura la gravidanza non succede nulla diversamente si ha una nuova mestruazione perchè l’endometrio che ha proliferato si sfalda.

La fase in cui una donna è fertile è quella ovarica in cui l’ovocita viene liberato. L’ovocita vive 24 ore dopo lo scoppio del follicolo.

Bisogna tenere presente che gli spermatozoi sopravvivono 4 giorni nel corpo femminile per ciò i giorni fertili sono i quattro giorni che precedono l’ovulazione, il giorno dell’ovulazione ed il giorno successivo ad essa.

Fatte queste considerazioni, se il ciclo è regolare è abbastanza semplice calcolare i giorni fertili, considerando che l’ovulazione in un ciclo di 28 giorni sarà intorno al quattordicesimo giorno dopo l’inizio della mestruazione.

Purtroppo non sempre e non per tutte il ciclo è regolare ed in tal caso è più complicato prevedere quando avverrà l’ovulazione, ma ci sono diversi metodi che possono aiutare.

I metodi per capire quando si ha l’ovulazione sono:

  • osservazione del muco cervicale
  • misurazione della temperatura basale
  • test di ovulazione
  • osservazione della cervice uterina

Il muco cervicale cambia consistenza in rapporto ai cambiamenti ormonali. Si tratta delle secrezioni della cervice uterina che sono riscontrabili in vagina.

Subito dopo la mestruazione il muco è scarso o quasi assente, poi con il passare dei giorni aumenterà, ma rimarrà comunque bianco e poco elastico. Nei giorni vicini all’ovulazione invece ci sarà muco chiaro, filante, elastico con una consistenza simile all’albume di uovo crudo, questo è il muco fertile. Il giorno dell’ovulazione o quello successivo il muco tornerà poco elastico, appiccicoso e si ridurranno le quantità escrete. Osservando il muco per alcuni cicli sarà possibile, tramite le sue variazioni individuare i giorni fertili.

La temperatura basale è la temperatura corporea che si misura la mattina senza alzarsi dal letto e prima di fare qualunque attività. Tale temperatura oscilla durante il ciclo, è più bassa nella fase follicolare e aumenta appena è avvenuta l’ovulazione, poi rimane alta durante la fase luteinica e scende prima delle successive mestruazioni a meno che non si sia instaurata una gravidanza. Misurandola tutte le mattine si capisce quando è avvenuta l’ovulazione, ma solo dopo che essa è avvenuta per ciò può essere utile per capire l’andamento del ciclo e se c’è stata ovulazione, ma non ci indica prima quando sarà.

La cervice uterina è il punto di collegamento tra utero e vagina, essa sotto l’azione degli ormoni cambia consistenza e posizione durante il ciclo. Si può toccare con le dita accuratamente lavate.

In prossimità dell’ovulazione è più in alto nel canale vaginale, è aperta e umida per accogliere gli spermatozoi, mentre prima e dopo l’ovulazione è più in basso ed è chiusa e asciutta.

Se non abbiamo familiarità con il nostro corpo o vogliamo un’assicurazione in più possiamo utilizzare i test di ovulazione che hanno come unico inconveniente il prezzo. Questi test misurano la concentrazione di LH ed estradiolo nelle urine e segnalano il picco di questi due ormoni. Il picco dell’estradiolo si verifica 48-36 ore prima dell’ovulazione e quello dell’LH 16-32 ore prima dell’ovulazione e dura 36-48 ore. Segnalando questi picchi, i test avvisano che nel giro di 12-36 ore si verificherà l’ovulazione e quindi che si è fertili. Dedicherò un articolo apposito ai tipi di test.

Conoscendo ciò, è possibile calcolare i propri giorni fertili e volendo, intensificare i rapporti.

Si deve tenere presente che anche mirando i rapporti è normale impiegare anche tre o quattro mesi prima di rimanere incinta perchè comunque le probabilità di concepimento sono del 25% per ogni ciclo.

CONSIGLI

Se quindi avete deciso che è giunto il momento di avere un bambino, è utile che impariate a conoscere i cambiamenti del vostro corpo perchè oltre che per velocizzare il concepimento questo vi aiuterà a comprendere meglio i cambiamenti che avverranno in gravidanza e durante il parto.

Personalmente ho utilizzato tutti i metodi descritti per concepire i miei tre meravigliosi bambini ed in effetti la ricerca è durata massimo tre mesi pur avendo cicli non molto regolari.

Buona ricerca a tutti!

Protezione Copyright Attivata!