Gravidanze ravvicinate

Siccome spesso il primo figlio arriva dopo i trent’anni non è raro che le donne si chiedano quanto tempo è bene aspettare tra una gravidanza e la successiva.

Chi infatti desidera più di un figlio, se questo arriva tardi, ha pochi anni a disposizione per averne altri.

Dopo quattro-sei settimane dal parto l’utero torna alle sue normali dimensioni e se non si allatta ripartono anche i ciclo mestruali e quindi la donna è di nuovo fertile. Se invece la donna allatta, la prolattina può inibire l’ovulazione per diversi mesi e quindi la neomamma non è fertile. Detto questo appena la donna torna fertile il suo organismo è pronto per una nuova gravidanza. Considerando però la fatica di accudire un bambino piccolo e il dispendio energetico legato all’allattamento, si consiglia di aspettare che il primo figlio abbia un anno. in questo modo si dà all’organismo la possibilità di ricostituire le sue riserve di ferro e si riesce ad allattare senza problemi il primo bambino. E’ vero che è possibile allattare anche in gravidanza, ma può essere faticoso e intorno al quarto mese il latte potrebbe diminuire.

Se invece il parto è avvenuto con taglio cesareo è meglio attendere almeno sei mesi  prima di rimanere nuovamente incinta. In questo caso bisogna dare tempo al taglio di completare la cicatrizzazione. Mentre la pelle e i tessuti superficiali impiegano poco a guarire quelli più profondi e l’utero richiedono sei mesi per cicatrizzare completamente. Il consiglio è di attendere almeno 20 mesi prima di iniziare una nuova gravidanza per evitare che la cicatrice si assottigli e che l’utero si rompa. Se la gravidanza inizia comunque prima di sei mesi dal parto precedente bisogna seguirla con grande attenzione.

Non ci sono maggiori rischi di patologie della gravidanza in caso di gravidanze ravvicinate se la donna affronta in salute la nuova attesa, logicamente se non ha perso il peso acquistato con la prima gravidanza sarà maggiore il rischio di diabete gestazionale, mentre se già parte con carenze di ferro sarà necessaria da subito l’assunzione di questo minerale.

Ci sono molte mamme che si sentono pronte per una successiva gravidanza quando il figlio precedente ha meno di un anno di vita e scelgono di anticipare la gravidanza in modo che i bambini crescano insieme con una minima differenza di età. Altre invece preferiscono che il primo bambino inizi la scuola dell’infanzia e sia un po’ più indipendente prima di intraprendere una nuova gravidanza. Fondamentale è che la neomamma si senta pronta e che sia in salute sia fisicamente che psicologicamente considerando che le gravidanze successive alla prima sono diverse, perché, soprattutto se il primo figlio è ancora piccolo non si ha molto tempo per riposarsi, figurarsi poi se i figli ancora piccoli sono due o più.

Protezione Copyright Attivata!