Punture di animali marini

foto meduseMolti animali marini quali coralli, meduse, tracine, razze, scorfani, ricci di mare, attinie (comunemente dette anemoni di mare) e i pesci ragno  etc. possono provocare all’uomo numerose conseguenze anche gravi. Solitamente però si tratta di problemi locali che non destano molta preoccupazione se trattate bene e presto. I sintomi che questi animali procurano sono essenzialmente: – Dolore – Bruciore – Gonfiore – Bolle cutanee – Shock – Infezioni Trattamento: – Valutazione dello stato generale ed eventuale trattamento antishock – Togliere delicatamente gli eventuali aculei (ricci) o parti dell’animale marino ancora attaccati al    paziente, senza strofinare – Porre sulla zona acqua calda – Tamponare con ammoniaca – Asciugare e porre della pomata cortisonica

Tra i disturbi meno gravi ricordiamo anche il prurito del nuotatore che è una dermatite dolorosa causata da alghe presenti in fiumi, laghi, piscine e oceani. Come intervenire

  • Per le punture da medusa sciacquare il punto colpito con acqua di mare (o acqua salata), quindi applicare una soluzione di alcol al 40-70% o aceto per 30 minuti, rimuovere eventuali tentacoli con le pinzette;
  • nel caso della cubomedusa somministrare immediatamente l’antidoto;
  • le ferite da riccio di mare fanno bagnate con acqua calda per 30-90 minuti e rimuovere gli aculei con delle pinzette se possibile;
  • il trattamento dei morsi da serpenti di mare è uguale a quello per i serpenti terrestri.

Qualche regola

  • Stare il più lontano possibile da animali pericolosi;
  • indossare scarpe protettive quando si cammina in acque poco profonde o in prossimità delle scogliere tropicali e non;
  • non infilare le dita in fori o in fessure dove possono risiedere animali marini.
  • Se si vedono delle tracine o degli scorfani, basta non molestarli e muoversi lentamente: la tracina si sposta per non farsi calpestare Sono due specie mimetiche: la tracina si nasconde nella sabbia dei fondali,ma si può individuare grazie alla sua pinna nera, lo scorfano vive tra gli scogli. Questi accorgimenti sono validi anche in caso di punture di razze.

 

 

 

Rispondi