Dolori di crescita

Alcuni bambini tra i 4 e i 12 anni accusano, specialmente di notte, dolori localizzati spesso alle gambe, ma che possono colpire anche altre zone. Sono i, comunemente detti, dolori di crescita.

COS’E’

I dolori di crescita, più correttamente definiti dolori benigni notturni dell’infanzia, in quanto non è la crescita la causa del dolore, colpiscono il 10-20% dei piccoli tra i 4 ed i 12 anni, senza differenze tra maschi e femmine.

I bambini che ne sono colpiti presentano di sera o di notte, dopo una giornata di intenso sforzo fisico, dolori crampiformi a ginocchia e arti inferiori oppure in casi meno frequenti alle braccia. I dolori sono muscolari e non articolari e colpiscono in genere in modo simmetrico. Le zone colpite non sono né gonfie né arrossate. Il bambino a volte si sveglia di notte piangendo per il dolore, ma al mattino non ha più male e non presenta rigidità. Il bambino sembra stare meglio se coccolato e massaggiato mentre non vorrebbe essere toccato se il dolore avesse altre cause. I sintomi si ripresentano per diverse notti consecutive.

Le cause non sono note, ma a soffrire di questi dolori sono bambini particolarmente emotivi e il motivo scatenante può essere un trauma fisico o psichico, un’infezione virale o uno stress psicologico verificatisi prima dell’inizio dei dolori. Si ha una predisposizione famigliare a questo tipo di dolori, spesso un bambino che ne soffre ha genitori o zii che ne hanno a loro volta sofferto.

Questi dolori vengono diagnosticati alla prima visita del medico senza necessità di esami particolari, anche perchè nessun parametro risulta alterato, il bambino è perfettamente sano. Il medico giunge alla diagnosi con una visita accurata e con domande approfondite sulla storia del bambino.

I dolori di crescita devono essere distinti da un’altra patologia sempre benigna, la ‘Iperlassità Legamentosa Benigna’. Questa patologia colpisce più le femmine e comporta dolori muscolari ed articolari dopo uno sforzo fisico. Il problema è una certa lassità dei legamenti che provoca microtraumi articolari a seguito di carichi improvvisi e ciò comporta dolore articolare serale e siccome i muscoli si contraggono maggiormente per compensare l’instabilità articolare si ha anche dolore muscolare. Il 10% dei bambini ha questa patologia e deve evitare sport che causano un carico articolare improvviso a carico soprattutto delle ginocchia. La diagnosi di questa patologia si basa sui quattro criteri di Carter-Wilkinson:

  • possibilità di avvicinare passivamente il pollice alla superficie volare dell’avambraccio

  • possibilità di estendere passivamente le dita

  • ipertensione delle ginocchia superiore a 10°

  • ipertensione dei gomiti superiore a 10°

CURA

I dolori di crescita si risolvono spontaneamente, non c’è bisogno di nessuna cura. Non è possibile prevenirli. Può essere utile il massaggio alla sera prima di andare a dormire e in alcuni casi la somministrazione di antinfiammatori e di antidolorifici alla sera.

CONSIGLI

Siccome i dolori di crescita si risolvono da sè senza lasciare conseguenze è bene che i genitori comunichino tranquillità e fiducia al bambino, perchè se mostrano preoccupazione, nel bambino lo stress psicologico aumenta e i dolori impiegano più tempo a sparire.

Don`t copy text!