Ittero neonatale

itteroAlla nascita il bambino appariva bello roseo, ma dopo due giorni ha colorito giallastro, cosa succede? Si tratta di ittero.

COS’E’

L’ittero è una sindrome caratterizzata da colorazione gialla di cute,sclere, occhi e liquidi corporei. La colorazione gialla è dovuta all’aumento della concentrazione di bilirubina nel sangue e si ha quando tale concentrazione supera i 3mg per dl. E’ più facile vedere la colorazione gialla alla luce solare o sotto apposite lampade. La bilirubina è il prodotto della degradazione dell’emoglobina contenuta nei globuli rossi del sangue, emoglobina che fuoriesce quando i globuli rossi vengono distrutti per il fisiologico ricambio o per motivi patologici. Nel fegato l’emoglobina viene trasformata in bilirubina che prima circola nella forma non coniugata o indiretta, non solubile in acqua, poi torna al fegato e si tramuta nella forma coniugata o diretta, solubile in acqua che viene escreta con la bile nell’intestino ed eliminata con le feci.

La bilirubina aumenta nel siero per diversi motivi:

  • aumento della richiesta di degradazione dell’emoglobina

  • alterazioni della captazione e metabolizzazione dell’emoglobina nel fegato( deficit enzimatici, deficit nella sintesi di acidi biliari, malattie metaboliche, virali, batteriche, farmaci o tossine)

  • alterazioni biliari(malformazioni congenite o acquisite delle vie biliari)

La colorazione gialla interessa prima testa e occhi e poi si diffonde fino alle estremità.

Le cause dell’aumento di bilirubina nei neonati possono essere distinte in base al tipo di bilirubina che aumenta. L’aumento della bilirubina indiretta può essere patologico, ma anche fisiologico.

La forma fisiologica di ittero, per aumento della bilirubina indiretta, colpisce il 60% dei piccoli nati a termine e l’80% dei prematuri ed è più frequente se la madre ha sofferto di diabete gestazionale, se il parto è stato indotto con ossitocina, nei neonati maschi e in caso di ritardata eliminazione del meconio. Le caratteristiche di questo tipo di ittero sono:

  • comparsa dopo 24-48 h dal parto

  • aumento della sola bilirubina indiretta

  • valori che non aumentano più di 5mg al dl in 24 ore

  • concentrazione massima di bilirubina non superiore a 12mg al dl per i nati a termine e a 15mg al dl per i neonati pretermine

  • durata non oltre i 10 giorni nel nato a termine e non oltre i 15 nel prematuro

Le cause di ittero fisiologico sono l’aumentata richiesta di degradazione di emoglobina al fegato del neonato che deve smaltire il surplus di globuli rossi presenti in utero, e l’immaturità del sistema di eliminazione della bilirubina che provoca un ritardo nel suo smaltimento. La bilirubina può anche aumentare a causa dell’ittero da allattamento così chiamato perchè il neonato non si nutre a sufficienza ad inizio allattamento e che si risolve appena arriva il latte e a causa dell’ittero da latte materno dovuto al fatto che in certi casi nel latte ci sono sostanze che aumentano il riassorbimento di bilirubina da parte dell’intestino. Questo ittero appare dopo 4-5 gorni dalla nascita e può permanere fino ai tre mesi di vita. In tutti questi casi non si fa nulla si osserva solamente il bambino.

L’aumento di bilirubina indiretta può essere invece patologico e può in tal caso essere di natura emolitica o non emolitica. E’ di natura emolitica in caso di:

  • emolisi massiva per incompatibilità materno-fetale per il gruppo sanguigno, la madre produce anticorpi contro i globuli rossi del figlio( sempre meno frequente grazie al fatto che dopo il primo parto si iniettano alla madre anticorpi specifici che evitano incompatibilità nelle successive gravidanze.)

  • anemie emolitiche congenite

  • riassorbimento di ematomi da parto o emorragie intrapartum

E’ di natura non emolitica in caso di:

  • sindrome di Crigler-Najjar di tipo I e II

  • ipotiroidismo

  • setticemia e sepsi delle vie urinarie

Può invece esserci un aumento della bilirubina diretta e con essa delle transaminasi e questo a causa di:

  • malformazioni delle vie biliari

  • epatite neonatale

  • epatite virale

  • malattie metaboliche

  • difetti nella sintesi di acidi biliari

  • malattie mitocondriali

  • fibrosi cistica

In caso l’aumento della bilirubina nel sangue superi 10mg al dl nel neonato a termine o i 15mg al dl nel neonato pretermine è necessario intervenire in quanto anche se le cause dell’aumento non sono patologiche, se la concentrazione di bilirubina supera i 20-25mg al dl questa può dare problemi al sistema nervoso centrale perchè il pigmento si infiltra nelle cellule cerebrali e si parla di ittero nucleare perchè colpisce i nuclei della base dell’encefalo.

La terapia utilizzata è la fototerapia, il bambino viene esposto ad un fascio luminoso blu con lunghezza d’onda di 420-470 nm che facilita la degradazione e quindi lo smaltimento della bilirubina. L’esposizione deve durare parecchie ore.

Se la fototerapia non basta in casi particolari si ricorre all’iniezione endovena di albumina che impedisce alla bilirubina di depositarsi nei tessuti, al fenobarbital che stimola il fegato a smaltire la bilirubina o alla trasfusione di sangue(exsanguino-trasfusione in cui il sangue del neonato viene sostituito da sangue dello stesso gruppo ma senza bilirubina).

CONSIGLI

Siccome dopo il parto le dimissioni sono precoci, spesso non si manifesta l’ittero all’ospedale, ma a casa, è per questo importante programmare una visita del neonato nei giorni successivi per riconoscere in tempo un ittero da trattare.

Leave a Reply