Troppe proteine per i bambini

proteineQuante volte si sprona il bambino a mangiare la carne per crescere? Se magari non lo fa la mamma lo farà sicuramente la nonna.

Mentre ormai la maggior parte delle mamme presta attenzione alle calorie introdotte dai bambini con la dieta grazie alle campagne contro l’obesità, e tiene sotto controllo i grassi e gli zuccheri assunti dal bambino, spesso non considera le proteine.

Le proteine sono fondamentali per la crescita e non possono essere immagazzinate nel nostro organismo, spesso la loro carenza, in passato, è stata associata a difetti della crescita, oggi però i nostri bambini ne assumono troppe come anche noi. Secondo i Larn( livelli raccomandati di nutrienti) si dovrebbero introdurre giornalmente 1,5 g di proteine per kg di peso corporeo( 1,8 g per kg di peso fino all’anno di età) e le proteine dovrebbero essere per il 50% di origine animale e per il 50% vegetale. Quindi un bambino delle elementari dovrebbe assumerne 40 g al giorno, ma se si considerano i menù delle mense scolastiche e l’alimentazione a casa si supera questa quantità ed in media il bambino ne assume 80 g al giorno. Di solito ci si preoccupa che il bambino mangi carne, ma non è buona abitudine mangiarla più di due volte a settimana. Le proteine animali sono considerate migliori delle vegetali in quanto contengono tutti gli aminoacidi che il nostro organismo non produce da solo mentre i legumi mancano della metionina e i cereali sono poveri di lisina, ma se si associano legumi e cereali come si è sempre fatto nella dieta mediterranea, si ovvia a questo problema. L’eccesso di proteine animali fa male a noi e soprattutto ai nostri bambini perchè le carni rosse favoriscono l’aumento dei tumori intestinali in quanto il ferro in esse contenuto favorisce la formazione di sostanze cancerogene nel tubo digerente.  Inoltre troppe proteine animali fanno perdere calcio dalle ossa perchè acidificano il sangue e le urine così l’osso cede sali di calcio per tamponare l’acidità. In questo modo ci serve più calcio e tendiamo ad assumere più calorie. Anche il rene è affaticato dalle diete molto ricche in proteine. Il cibo animale ad eccezione del pesce favorisce  gli stati infiammatori quindi è possibile che il consumo eccessivo di carne e formaggi contribuisca a sviluppare bronchiti, otiti e faringiti nei bambini. I prodotti animali provocano  stitichezza ed infiammazioni intestinali. L’eccesso di proteine sembra aumentare l’insorgenza di diabete. Si è visto che se la mamma in gravidanza eccede con le proteine il neonato ha un numero più elevato di cellule adipose e se al bambino si danno troppe proteine le cellule adipose aumentano di numero fino ai due anni di età, questo processo predispone il piccolo all’obesità e rende più difficile il dimagrimento, infatti dopo i due anni i grassi in eccesso si depositano nelle cellule adipose, ma se ci sono più cellule adipose sarà più facile aumentare di peso e più difficile perderlo. A seguito dell’eccesso proteico,  l’indice di massa corporea nei bambini, invece di aumentare intorno ai cinque anni, aumenta prima e questo conduce al sovrappeso. Bisogna quindi fare attenzione, a partire dallo svezzamento, che non deve avvenire troppo precocemente e non deve prevedere troppe proteine specialmente se animali, importante non dare latte vaccino prima dell’anno di età perchè troppo ricco di proteine e fondamentale non aggiungere alle pappe che magari già contengono carne anche formaggio o altri alimenti proteici. E’ bene limitarsi alle dosi di proteine raccomandate anzi in bambini ancora allattati al seno durante lo svezzamento è possibile ed utile evitare le proteine animali nelle pappe, il latte materno ne fornisce già nella giusta quantità.

CONSIGLI

Noi mamme siamo di solito molto attente all’alimentazione dei nostri bambini e conoscere le giuste quantità di nutrienti da assumere è importante per assicurare loro una crescita regolare e la salute futura.

Don`t copy text!