Il raffreddore nei bambini

imagesL’inverno è finito, ma il raffreddore colpisce ancora, in particolare i bambini che frequentano scuole ed asili e i loro fratellini più piccoli.

COS’E’

Il raffreddore è un’infezione virale delle alte vie respiratorie. L’organismo combatte l’infezione e in questo modo si ha infiammazione della mucosa nasale e secrezione abbondante di muco, talvolta si ha anche lieve innalzamento della temperatura corporea.

La diffusione dei virus che causano raffreddore è favorita dai frequenti sbalzi di temperatura che caratterizzano questa stagione. Come comportarsi per evitare il raffreddore o per curarlo? Prevenire le infezioni delle alte vie aeree è possibile assumendo determinati comportamenti:

  • lavarsi spesso le mani

  • areare spesso i locali

  • passeggiare all’aria aperta, nei locali chiusi i virus circolano facilmente

  • fare quotidianamente lavaggi nasali con soluzione fisiologica salina. I lavaggi servono a prevenire la colonizzazione naso faringea da parte di virus e batteri. In farmacia e parafarmacia sono in vendita fialette monodose di soluzione fisiologica che si possono spruzzare direttamente nelle narici dei bambini come le fialette Narhinel®, ogni fialetta contiene 5 ml di soluzione, la dose adatta per un bambino piccolo.

Nonostante le misure preventive è molto probabile che i bambini contraggano il raffreddore, che si trasmette per via aerea tramite le goccioline di saliva o per contatto diretto con le secrezioni nasali. Per i più grandi le difficoltà respiratorie incidono soprattutto sulla qualità del sonno, mentre i lattanti possono avere difficoltà nell’alimentarsi ed apparire irritabili e nervosi.

CURE

Il raffreddore deve fare il suo corso ed è meglio non utilizzare farmaci specialmente nei bambini. Si risolve solitamente in tre-quattro giorni. Per alleviare i sintomi ci sono diverse possibilità. Sono utilissimi:

  • lavaggi nasali con soluzione fisiologica, il lavaggio ha successo se la soluzione spruzzata in una narice fuoriesce dall’altra narice. In questo caso la soluzione fisiologica svolge un’azione meccanica di rimozione delle secrezioni ispessite, migliora l’azione mucociliare e riduce flogosi ed edema delle mucose nasali

  • aspirazione nasale per i piccoli che non sanno ancora soffiarsi il nasino, in farmacia e parafarmacia sono in vendita gli aspiratori nasali, aspiratore Narhinel® o Libenar® dotati di una pompetta per aspirare il muco dopo il lavaggio

  • umidificazione degli ambienti, un ambiente secco rende più difficile la respirazione

  • idratazione, bere molto fluidifica le secrezioni

  • aerosol con soluzione fisiologica

Nei piccoli sotto i tre anni non si devono applicare pomate a base di canfora o mentolo che invece possono essere utili, spalmate sul petto o sotto il naso nei bambini più grandi, i vapori balsamici aiutano a liberare le narici.

CONSIGLI

E’ opportuno invece rivolgersi al pediatra se il bambino ha meno di tre mesi, se sopraggiunge febbre elevata che dura più di tre giorni, se persistono secrezioni purulente verdognole, se il bambino lamenta mal d’orecchie e se è particolarmente inappetente e lamentoso.

Protezione Copyright Attivata!