Creme Solari ad Aprile

sole in facciaA chi di noi quando sentiamo parlare di crema solare non vengono subito in mente le vacanze estive, il mare, le spiaggie?

Perchè?

Pochi sanno che l’uso delle creme solari dovrebbe incominciare a partire già dal mese di Aprile, in cui complice il cambio recente dell’ora solare e l’avvicinarsi al solstizio d’estate portano l’allungarsi delle giornate, più caldo, più passeggiate all’aperto e quindi le possibilità di esposizione al sole aumentano. Contrariamente a quanto si creda, o almeno si voglia credere, sono moltissime le persone che soffrono di piccole macchie cutanee sul viso, meglio note come discromie, che colpiscono soprattutto la popolazione femminile dopo, ma non solo, l’entrata in menopausa. Le cause sono molteplici, tra le quali il cambiamento ormonale, l’invecchiamento stesso della pelle, errate abitudini alimentari o eccessive esposizioni solari in età più giovane. L’intensità del sole di Aprile, seppur non ai livelli di agosto, non essendo la pelle  ancora preparata a ricevere radiazioni intense, l’effetto finale è comunque paragonabile tra i due periodi. Quindi mi raccomando di esporvi gradualmente al sole evitando sempre le ore centrali senza un’adeguata protezione. Questo vale in generale per tutti a tutte le età, non solo per chi soffre di couperose o discromie e nei soggetti più sensibili. Infatti le tipiche scottature primaverili sul viso sono quelle delle ultime sciate in montagna e dei primi bagni di sole al mare. Per tutte le donne che usano cosmetici invece occorre passare a prodotti più con texture più leggere e con creme giorno o fondotinta che includano una protezione solare di un fattore almeno 20, anche se consiglio sempre di partire con una crema solare 50 in borsetta, non si sa mai, ci fossero le condizioni per sostare da qualche parte al sole almeno non ci si arrossa.

Quali usare?

Come orientarsi tra le marche più comuni nelle farmacie e parafarmacie? Per le pelli delicate sicuramente Avéne, che ha suddiviso la propria linea in base al tipo di pelle (secca, normale, mista, acneica); per chi vuole unire anche un’antirughe userei Angstrom; per le donne mature, ma non solo, e più esigenti che uniscano antirughe e antimacchia consiglierei Lierac; per chi vuole invece il miglior rapporto qualità-prezzo Vichy. Per i bimbi infine ci sono dei solari dedicati specificatamente alla loro pelle, senza profumo e molto più resistenti all’acqua, però possono lasciare per via della loro consistenza un leggero alone bianco sul viso che non tutti gradiscono.

Per concludere

Aprile o agosto che sia, ricordatevi che la pelle non dimentica, e prima o poi i segni delle scottature salteranno fuori come macchie, rughe, ed invecchiamento precoce; una buona crema, incominciando dal fattore 50 a scalare via via che ci si abbronza vi aiuteranno a rimandarle ancora un po’.

Leave a Reply