Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Cibi light per le feste

Condividi con:

foto cibi leggeriNon si può certo dire che dieta e Natale vadano d’accordo. Il periodo delle feste natalizie è sempre un momento difficile per i nostri propositi dietetici. In media ogni italiano aumenta di 2-3 chili: conseguenza prevedibile (considerato che soltanto il pranzo natalizio tradizionale supera le 2500 calorie), ma non inevitabile. Come si può resistere ai dolci di Natale, al torrone, a pandori e panettoni, e all’inevitabile pranzo di Natale? Di seguito è possibile trovare qualche consiglio per preparare alcuni snack di Natale a basso contenuto calorico ma gustosi, che tengono conto non soltanto del palato ma anche del peso forma:

Non acquistare troppo presto dolci e cioccolatini natalizi : sarebbero una continua tentazione. Meglio invece fare scorta di alimenti a basso contenuto calorico come yogurt, formaggi poveri di grassi o tortillas di mais, che si possono servire in qualunque occasione con spezie, crudités di verdure o salse alle erbe. Uno snack gustoso da proporre come stuzzichino agli ospiti.

– Nelle lunghe giornate delle feste natalizie è sempre una tentazione sgranocchiare snack tra un pasto e l’altro, e si finisce così per mangiare qualcosa di sbagliato e molto calorico. Una soluzione potrebbe essere masticare un chewingum che tenga “occupati” in attesa del pasto successivo.

– Prima di acquistare i dolci di Natale preferiti, controllare sempre quanti grassi e calorie contengono. Non è necessario rinunciare , basterà comprarne una porzione più piccola per limitare le calorie.

– Non è detto che il pranzo di Natale debba essere sempre ricco di grassi e calorie. Ci sono molte idee per un pasto delizioso e leggero con i piatti salva-calorie: l’anatra all’arancia, il tacchino al curry, una zuppa di pollo o il tacchino con patate e insalata.

– Per uno snack semplice e povero di grassi, puntate su un sandwich con petto di pollo o tacchino, usando pane intergale e salsa di mirtillo al posto del burro.

– Per limitare le calorie nei dolci di Natale basterà sostituire i soliti ingredienti con la loro versione dietetica: lo zucchero di canna al posto di quello bianco, il latte scremato invece di quello intero, frutta candita e non sciroppo oppure una panna vegetale anziché quella normale più grassa.

– Coloro che hanno un debole per le arachidi o le nocciole salate, possono mescolarle con uva passa . Una valida alternativa sono anche le noci del Brasile che, oltre a fare bene all’organismo, sono sicuramente meno semplici da mangiare poiché hanno il guscio…in questo modo le possibilità di esagerare diminuiranno sicuramente.

– Durante le giornate di festa si è soliti stuzzicare cioccolatini o altri snack calorici. Invece di riempire le ciotole di torrone e cioccolata, mettete al loro posto della frutta secca, senza grassi né troppe calorie. Una porzione di uvetta da 100 gr contiene 280 calorie. Un’altra possibilità sono i datteri, che contengono solo 15 calorie ognuno.

– Invece di patatine, noccioline salate o salatini, scegliere i grissini. I grissini hanno circa 20-25 calorie, a differenza di una manciata scarsa di noccioline che ne contiene almeno 300. Se i grissini non stuzzicano il gusto, provare con le cipolline, i cetriolini o le olive, che sono praticamente privi di grassi. Conservare le olive in acqua invece che nell’olio, così da tenere lontani grassi e calorie.

– Selezionare i dolci di Natale con cura. E’ bene preferire al torrone o ai cioccolatini al latte (ricchi di grassi e calorie) il cioccolato fondente. O, meglio ancora le gomme alla frutta, le caramelle o le gelatine di frutta.

Resta fermo il punto che per chi sta già seguendo una dieta legata ad una particolare patologia sarà necessario confrontarsi e rapportarsi con il proprio medico per sapere cosa è eventualmente possibile apportare come modifica, poiché vi sono delle problematiche ad esempio di tipo metabolico, come ad esempio il diabete o l’obesità che neanche a Natale permettono delle variazioni sul cibo. Se ad esempio si soffre di diabete, sarà purtroppo assai difficile che determinati alimenti come il panettone, il pandoro, fichi secchi, cachi, mandarini, ecc possano rientrarvi eccezionalmente.

 

 

Rispondi