Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

Stress da rientro dalle vacanze, come combatterlo

Condividi con:

foto stress da rientroSi chiama stress da rientro, ed è una patologia che colpisce circa sei milioni di italiani ogni anno, un italiano su dieci . Sono le vittime del “ritorno dalle vacanze” che comporta insonnia, nervosismo, ansia, mal di testa ed una leggera spossatezza.

La giornata si presenta pesante, la voglia di lavorare o di studiare non riappare all’orizzonte e la nostalgia di una spiaggia o di una gita in montagna quasi paralizza i nostri comportamenti quotidiani. Per vincere lo stress da rientro, e per non sprecare in un colpo solo tutti i benefici delle vacanze, non c’è bisogno né di farmaci né di consulti medici: bastano poche regole, dieci complessivamente, da applicare con estrema leggerezza.

Una curiosità: il nome dello stress post-vacanza, in inglese, è Post-Vacation Blues, da “blue” che significa anche tristezza, depressione. A questo significato si riallaccia anche il nome dello stile musicale blues, originariamente canto di tristezza, dolore e angoscia quotidiana, diffuso tra le comunità nere americane in schiavitù.

Ecco come combatterlo :

  • 1) Non fate crollare subito le ore di sonno: non passate dalle 8-9 ore dell’estate alle 5-6 invernali in un colpo solo: l’organismo ha bisogno di tempo per riconquistare l’abitudine ai nuovi ritmi. Un bagno caldo o una tisana vi aiuteranno a prendere sonno.
  • 2) Riprendete qualsiasi attività, in ufficio o a scuola, con gradualità. Non avete alcuna necessità di forzare i tempi e di diventare nel giro di qualche giorno un perfetto stakanovista. Fate attività fisica e state all’aria aperta: servirà a non sentirsi spossati per il rientro.
  • 3) Scegliete cibi corretti , in particolare carboidrati semplici (dal miele alla frutta) e complessi (dalla pasta al riso) senza esagerare. Approfittate dell’uva: la melatonina che contiene è ottima per l’umore.
  • 4) Concedetevi brevi e frequenti pause durante la giornata di lavoro. Quindici minuti di svago vanno bene, senza aspettare sempre e comunque l’ora del lunch. Avete bisogno di recuperare le vecchie abitudini.
  • 5) Siate ottimisti, e valorizzate gli effetti positivi delle vacanze. La pausa estiva serve a ricaricare le pile, e se ci siete riusciti non dovete perdere questo beneficio. E la ricerca dell’ottimismo può diventare duratura.
  • 6) Niente tecnologia a letto. Guai a usare, in questo periodo di rientro, computer e televisione in camera da letto. Distruggono il sonno e alimentano l’ansia. Se ci riuscite potreste scoprire il beneficio di un sano stile di vita senza essere soffocati dalla tecnologia.
  • 7) Non rinunciate al week-end. Vi riporterà al clima piacevole delle vacanze e vi aiuterà a sfruttare lo stato di grazia conquistato durante l’estate.
  • 8) L’estate aiuta a insegnare un comandamento da applicare tutto l’anno, specie durante i periodi di grande lavoro: gli svaghi sono indispensabili per reggere la fatica. E vanno coltivati durante tutti i 12 mesi del calendario.
  • 9) Contenete le aspettative. Il rientro dalle vacanze non è il periodo giusto per spingere sulle aspettative e sugli obiettivi da raggiungere nel corso dell’anno solare. Prendete tempo, e non forzate.
  • 10) Godetevi la nostalgia delle vacanze. Chi era con voi, le sensazioni tattili, i rumori, la luce: tutto aiuta ad assaporare il piacere di un buon ricordo che vi aiuterà a sconfiggere lo stress da rientro dalle vacanze.

Rimedi naturali

Omopatia : contro lo stress da rientro, quel mix di sensazioni poco piacevoli e di piccoli e grandi disturbi psicofisici, anche la natura può offrire una vasta gamma di alleati davvero utili. Tra i rimedi naturali perfetti allo scopo, c’è Nux Vomica 30 CH: 5 granuli tutte le sere prima di dormire sono l’ideale per accantonare l’astenia psico-fisica da stress, con stanchezza e sonnolenza che persistono durante la giornata, ma anche l’irritabilità, il nervosismo che disturbano il sonno.

Per tenere alla larga ansia e insicurezza, il consiglio è di assumere 5 granuli, secondo necessità, di Gelsemium 30 CH o di affidarsi, per contrastare anche irritabilità e disturbi del sonno, a Datif Pc, che contiene 6 medicinali omeopatici tradizionalmente utilizzati per curare questi tipi di problemi (Aconitum napellus 6CH, Atropa belladonna 6 CH, Chelidonium majus 6 CH, Abrus precatorius 6CH, Viburnum opulus 6 CH).

Settembre, mese di rientri e di fine vacanze, ma anche di ripresa di tutte le attività, da quelle professionali a quelle sportive. Contro stanchezza e difficoltà muscolari, si può utilizzare dell’Arnica Montana e della Ruta graveolens.

Fitoterapia: per riprendere le attività di routine si consiglia l’eleuterococco che è un anabolizzante naturale in grado di favorire anabolismo (fase del metabolismo che richiede  energia  per ottenere molecole complesse come le proteine, a partire da sostanze più semplici e nutritive). Anche il ginseng è un ottimo stimolante e antistress. Sconsigliato, tuttavia, in caso di pressione alta o se si assumono anticoagulanti. Contro mal di testa, nervosismo e irritabilità può essere utile l’avena sativa in tintura madre. Gli esperti consigliano di utilizzare i rimedi fitoterapici finché non ci si sente meglio e non per più di quindici giorni.

 

 

Rispondi