Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!
Wellness

Integratori e prevenzione del cancro alla prostata.

Condividi con:


prostataUn interessante articolo apparso sul Journal of National Cancer Institute di Seattle negli Stati Uniti ha posto in esame quasi 2000 pazienti che hanno avuto il cancro alla prostata e altri 3000 soggetti che hanno eseguito dei trial di prevenzione assumendo integratori con Selenio e Vitamina E, generalmente indicati come un ottimo aiuto per abbassare la probabilità di ammalarsi di questa patologia. Precedenti ricerche avevano già suggerito che se un individuo con un’alimentazione sana che apportasse sufficienti quantità di Selenio, non ne avrebbe avuto ulteriori benefici da un’integrazione supplementare.

Cosa sono il Selenio e la vitamina E

Il Selenio è un elemento chimico molto diffuso in natura, nella carne, in organi come il fegato, ed inoltre nei prodotti lattiero-caseari; è un nutrimento essenziale e gioca ruoli importanti nella riproduzione, nel metabolismo tiroideo, nel sistema immunitario ed è un ottimo antiossidante.

La vitamina E invece fa parte delle vitamine liposolubili che agisce come antiossidante, e si trova in alimenti come noci, semi, oli vegetali, insalata e cereali.

Modalità dello svolgimento dei trial

Il modello dello studio svolto prevedeva l’assunzione con integratori di alte dosi quotidiane di Vitamina E e di Selenio. Lo studio è iniziato nel 2001 ed è terminato nel 2008, ma le analisi sui soggetti sono continuate fino ad oggi. Le evidenze statistiche sono state molto chiare: i soggetti che all’inizio dell’esperimento avevano già elevati livelli di Selenio nel proprio corpo, avendo una buona alimentazione quotidiana, hanno avuto un rischio aumentato del 91%; invece coloro che, sempre all’inizio dell’esperimento, avevano elevati livelli di Vit. E il rischio complessivo di cancro alla prostata è aumentato del 63%. Cosa significano questi dati? Non fanno altro che confermare quanto già dissi in passato sull’abuso degli integratori: non sono prodotti innocui! Gli integratori, soprattutto quelli ad alto dosaggio, forniscono apporti molto al di sopra delle dosi raccomandate dei micronutrienti ivi contenute, e nel caso specifico, anziché prevenire aumentano il rischio di cancro. In teoria da un dieta alimentare ben bilanciata dovremmo assumere tutto il necessario per la nostra salute. Inoltre sono state aggiornate al meglio le tabelle di quelle che dovrebbero essere le dosi consigliate da assumere per ogni specifica sostanza. In definitiva, prima di assumere integratori, cercate sempre di informarvi su cosa andate a ingerire e per quanto devono essere assunti, e possibilmente da fonti affidabili. In caso di dubbi, naturalmente, fate riferimento al vostro medico curante.

 

Dr. Marco Rossaro

Marco Rossaro

Laureato in farmacia svolge la sua professione come farmacista e divulgatore come health counselor. Appassionato di tecnologia e da sempre sostenitore di una cultura del benessere attraverso la sinergia chimica-natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *